Tutte 728×90
Tutte 728×90

Morrone, colpo Spinelli per la panchina

Morrone, colpo Spinelli per la panchina

La società annuncia l’ex vice di Franco Giugno come tecnico per la prossima stagione. Il neo allenatore: “Progetto importante e ambizioso”. Il dg Chiappetta entusiasta: “Ha il physique du role adatto per la nostra società”.

Avevamo annunciato nei giorni scorsi che il mercato della squadra granata era già in fermento. Dopo la notizia trapelata e poi resa ufficiale del divorzio da Antonio De Lio, ecco l’annuncio della nuova guida tecnica. La società bruzia dimostra con tempismo e giusta programmazione di voler provare a fare le cose in grande. Andrea Spinelli, classe ’69, è stato un ottimo giocatore con numerose presenze tra lega pro e serie b, anche nel Cosenza tra le altre. Smesso i panni da calciatore, dopo aver brillantemente ottenuto il patentino da allenatore, ha avuto numerose esperienze in panchina spesso al seguito di Franco Giugno, tra Rende, Gallipoli, Brindisi e Montalto. Proprio nell’ultima squadra citata, ci fu la sua ultima apparizione due anni fa, con una grandiosa e insperata salvezza. A mister Spinelli il compito di riportare la Morrone nell’olimpo del calcio regionale. Abbiamo contattato il neo allenatore che ci ha rilasciato, in una breve intervista, le sue dichiarazioni a caldo: “Quello che mi ha spinto ad accettare tale incarico, aldilà della categoria, è in primo luogo la conoscenza profonda di questa società, per i rapporti personali che ho con i dirigenti. Dopo vari inviti per seguire le gare domenicali interne della Morrone, ho deciso di accettare e mi sono reso conto dell’organizzazione professionistica che questi ragazzi avevano messo in piedi. Questo ha suscitato in me la voglia, non dico di ripartire, perché lo avrei potuto tranquillamente fare negli scorsi anni anche in categorie superiori, ma di cimentarmi con una realtà che ha voglia di fare le cose per bene ed in maniera seria. Qui c’è voglia di fare calcio e la programmazione societaria si sposa in pieno con quelle che sono le mie idee. Non appena ho parlato con la dirigenza ho capito che per me la categoria non era un problema, perché il progetto era più interessante di molti altri appartenenti a categorie superiori”.
Ora sta alla società allestire una squadra che sia degna della sua guida tecnica, andando ad aggiungere, al già ottimo organico, qualche tassello che ne elevi i tassi tecnici senza intaccare gli equilibri creati in questa stagione trionfale. Il direttore generale Marco Chiappetta è apparso emozionato e su di giri per l’arrivo del tecnico ex Rende e Montalto. Intercettato telefonicamente ci ha tenuto a precisare i motivi della scelta societaria: “E’ stata assolutamente la nostra prima ed unica scelta, riteniamo che Andrea Spinelli abbia il physique du rôle adatto alla nostra società. Posso solo esprimere tutta la nostra soddisfazione e siamo sicuri di aver fatto la scelta migliore possibile”.

Related posts