Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, il ds Meluso non rinnoverà il contratto con il Cosenza

Cosenza, il ds Meluso non rinnoverà il contratto con il Cosenza

Il direttore sportivo rossoblù ha informato Guarascio della sua decisione. I rossoblù perdono un pezzo importante. Incognita Roselli.

La permanenza di Mauro Meluso a Cosenza non era più questione di contratto, anzi non lo è mai stata in realtà. Era questione di progettualità e di prospettive. Guarascio mercoledì gli aveva offerto un due anni per convincerlo definitivamente, ma il ds aveva già deciso in precedenza di restare al San Vito a prescindere dalla data di scadenza dell’intesa raggiunta sulla lunghezza di dodici mesi. Quella “pura formalità” di cui ha parlato il club per settimane, adesso si è frantumata con la telefonata fatta dallo stesso Meluso al presidente.

Il Lecce (ma non solo perché sul suo tavolo c’è anche una proposta di un club del centro nord) ha un appeal differente, impossibile dire il contrario, ma soprattutto ha un intento ben delineato: andare in Serie B senza parlare per frasi fatte. Questione di prospettive, appunto. Guarascio avrebbe potuto rinnovare tranquillamente tutti i contratti in scadenza tra marzo e aprile: Statella, Arrigoni, Ciancio, Corsi, Criaco e La Mantia sarebbero andati incontro alle esigenza della società (pardon, proprietà) senza colpo ferire, cosa che non avverrà adesso visto le richieste pervenute loro. Non è fantamercato, è la verità dei fatti.

Paradossalmente, il budget stabilito dal patron in uno dei mille summit lametini rischia di garantire al futuro direttore un margine di manovra meno ampio di quanto avvenuto un anno fa. Questo perché una percentuale non trascurabile sarà impiegata per legare i nomi di cui sopra al Marulla con gli aumenti salariali richiesti. Certo che si potrebbe optare per altri calciatori, ma verrebbe meno la continuità e Roselli non sarebbe per nulla d’accordo. A proposito del tecnico, la sua permanenza è adesso una vera incognita.

Le sirene del Via del Mare si sono avvertite fin dall’Abruzzo dove Meluso è tornato per il week-end. Ha visto Lanciano-Salernitana dal vivo ed ha sorriso nel capire che i granata non giocheranno la Lega Pro: un avversario in meno, avrà pensato. Dal Salento danno per fatto l’accordo, è voce unanime da quelle parti che il ds dei Lupi abbia detto sì. Non è proprio come dicono e anche se con il Cosenza è finita oggi, è in atto una riflessione lunga e approfondita. La stessa riflessione dovrebbe farla Guarascio perché ha perso un signor direttore sportivo. Il perché lo conosce bene. (Antonio Clausi)

Related posts