Tutte 728×90
Tutte 728×90

Guarascio gestirà i rinnovi. Ecco i tre nomi (più uno) per il post-Meluso

Guarascio gestirà i rinnovi. Ecco i tre nomi (più uno) per il post-Meluso

Il presidente del Cosenza ha ricevuto diverse candidature, ma di profili poco spendibili. Possibile l’introduzione della figura del consulente di mercato.

L’addio di Mauro Meluso sarà metabolizzato a fatica, perché Guarascio riconosce al suo ex direttore sportivo grande professionalità e competenza. E’ la tempistica, come ha dichiarato, ad averlo sorpreso, ma nel mondo del calcio la sorpresa è dietro l’angolo.
Al presidente nella giornata odierna sono arrivate decine di segnalazioni per questo o quel direttore sportivo, più che altro profili non adeguati al post-Meluso o perché troppo in erba o perché fuori dai radar da troppo tempo o perché appartenenti ad un calcio che non c’è più. Diversi erano calabresi e campani.

LA POSSIBILE NOVITA’. Il nuovo direttore sportivo però non sarà scelto prima di una settimana/dieci giorni: toccherà a Guarascio in persona condurre le trattative per i rinnovi dei calciatori, compito che per il patron è quasi una novità. Contestualmente sceglierà a chi affidare la gestione dell’area tecnica, ma con la possibilità di rivedere a Cosenza la figura del collaboratore di mercato. Per tale ruolo era stato individuato da un po’ di tempo Massimo Cerri, direttore sportivo del Piacenza con cui ha interrotto la collaborazione. Persona navigata ed esperta, ha vinto il campionato di Serie D con gli emiliani ed è aperto ad ogni soluzione. Il suo nome è al vaglio della società, ma come detto non per la poltrona che fu di Meluso.

I PROFILI. Ad oggi il nome di Aladino Valoti sembra aver perso posizioni, mentre la pista Michele Padovano non appare praticabile nemmeno da direttore generale. Nuovi contatti ci sono stati con Giovanni Dolci, di cui più volte abbiamo scritto. Al timone del Como da diversi anni, è il profilo che a Guarascio non dispiacerebbe. Se dovesse lasciare il Lario, avrebbe già un’intesa di massima con il Siena che però non affonda il colpo. Il Cosenza lo ha sempre intrigato e i nuovi scenari hanno aperto le porte ad ogni tipo di soluzione. La new-entry è clamorosa. Si tratta di Aldo Preite del Pavia. I lombardi attraversano serie difficoltà e dai progetti stellari si è passati ad un vortice di incertezza. Per i primi si era pensato addirittura di strappare Roselli al Cosenza. Adesso, è il Cosenza che aspetta gli eventi e chiede informazioni su di lui. La giostra è appena iniziata. (Antonio Clausi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it