Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ecco l’organico del Cosenza: 16-18 over, più i giovani. Incognita Pinna

Ecco l’organico del Cosenza: 16-18 over, più i giovani. Incognita Pinna

Vutov e Fiordilino consentirebbero a Guarascio di risparmiare e a Roselli di aver under validi come calciatori esperti. Il mercato dei Lupi ha le sue linee guida.

Rispetto all’anno scorso quando il Cosenza poteva contare su 14 calciatori over, giusto i tre cambi sulla carta, quest’anno la musica dovrebbe mutare. E’ stata la conditio sine qua non imposta da Roselli alla proprietà che, pur di non mettere in dubbio anche la permanenza dell’allenatore, ha acconsentito. Il presidente ad ogni modo ha sottolineato che “le cifre devono essere quelle programmate senza sforare” e che il budget “sarà leggermente più importante”. La tranquillità del tecnico umbro deriva dal poter lavorare ancora con uomo di propria fiducia. Cerri ha per ogni ruolo sei-sette nomi su cui lavorare, frutto di uno scout certosino portato avanti a prescindere dall’incarico offertogli dal Cosenza. Ecco però reparto per reparto come verrà formato l’organico dei Lupi per ciò che concerne i calciatori non più under. Saranno almeno 17-18 in attesa che la Lega Pro regolamenti il minutaggio e i contributi federali.

DIFESA. L’idea è di avere in rosa tre centrali, di cui uno di piede mancino, e tre terzini con due esterni di piede destro. Ad oggi, dando per scontato il rinnovo di Angelo Corsi (‘89), è vacante la casella dello stopper che agirebbe sul centrosinistra e del laterale polivalente che prenderebbe il posto di Ciancio. A completare il pacchetto un giovane come Diego Borghini (‘97) dell’Empoli. Complessa la situazione di Giovanni Pinto (‘91) del Monopoli. E’ una prima scelta, ma un suo arrivo deriva dalla cessione di Paride Pinna (‘92) che non è sicuro di disputare un’altra stagione al Marulla.

CENTROCAMPO. La partenza di Arrigoni ha scombussolato l’intera squadra, plasmata da anni sulle caratteristiche del suo playmaker. Cerri è alla ricerca di un elemento con caratteristiche simili e di un terzo mediano. Sui tre centrocampisti centrali c’è però l’incognita Luca Fiordilino (‘96): rinnovare il prestito farebbe sorridere Guarascio che risparmierebbe sensibilmente e darebbe la possibilità al tecnico di avere in rosa un under già affidabile liberando il posto per un altro over. Gli esterni saranno tre più un ragazzo che verrà tesserato per crescere col gruppo. Insomma, oltre a Statella e Criaco bisogna aspettarsi un’altra ala di buon livello e qualche prospetto interessante in chiave futura che dovrebbe arrivare in prestito.

ATTACCO. Come da tradizione roselliana, la prima linea verrà composta da quattro elementi con caratteristiche complementari. Sulla coppia titolare verrà investito gran parte del budget a disposizione, tanto che dell’interesse per Alessandro Marotta (‘86) lo sanno anche i muri. A seguire si punterà sulla riconferma di Antonio Vutov (‘96) per cui vale lo stesso discorso fatto per Fiordilino. Se l’operazione dovesse andare in porto, l’ultima casella verrebbe riempita con una prima punta, viceversa tutto sarebbe possibile.

I BABY. Ai 17-18 calciatori over più ai 2-3 ragazzi di indiscusso valore che comporrebbero l’organico rossoblù, saranno aggregati 4-5 giovani della Berretti come avvenuto nello scorso campionato. Si alleneranno con la prima squadra sperando di strappare qualche minuto a Roselli e restando a disposizione della formazione di appartenenza guidata dal tecnico Tortelli. (Antonio Clausi)

Related posts