Tutte 728×90
Tutte 728×90

Idam porta la Cosenza K42 al decimo posto ai Campionati Italiani Allievi

Idam porta la Cosenza K42 al decimo posto ai Campionati Italiani Allievi

A Jesolo il promettente italo-marocchino si è distinto nei 3000 metri piani andati in scena allo stadio Armando Picchi.

Il settore giovanile K42, fortemente voluto due anni fa da Maurizio Leone e messo in piedi dalla dirigenza giallonera, comincia a produrre i suoi frutti anche a livello nazionale. Il promettente Ayoub Idam, giovane atleta italo-marocchino primo anno Allievi in forza da questa stagione all’Asd Cosenza K42, ha ottenuto un lusinghiero decimo posto nei 3000 metri piani ai Campionati Italiani di categoria andati in scena venerdì, sabato e domenica allo stadio Armando Picchi di Jesolo (VE). Una tre giorni di grande atletica in riva alla laguna di Venezia con protagonista il giovane mezzofondista allenato dal tecnico crotonese Scipione Pacenza, davvero bravo a perfezionare il suo miglior tempo sulla distanza, ottenuto poche settimane fa al meeting di Acquaviva (BA) e valevole come tempo minimo proprio per la partecipazione alla kermesse tricolore veneta, fermando il cronometro dopo sette giri e mezzo di pista in 9:00.01, assottigliandolo di 2 secondi e 31 centesimi. Partito in seconda serie, quella con i tempi di accredito migliori, Idam dopo un primo 400m di assestamento, si è disposto in prima corsia a ciglio cordolo a ridosso degli inseguitori del quartetto al comando composto da Antonio Catallo del U.S. Foggia, Abdelhakim Elliasmine dell’Atletica Bergamo, Vincenzo Grieco del Flower Terlizzi e Michele D’Italia tesserato per il Sport Team Venosa, a velocità poco sotto i 3’ a km, ritmo ben tenuto fino al passaggio del 2000m. Al mille finale Idam cala di frequenza, perdendo contatto con il pugliese Pasquale Selvarolo, ultima posizione utile per il podio medagliato, allungato ai primo otto arrivati. Il decimo posto conseguito da Ayoub Idam è risultato il secondo miglior tempo realizzato dai nati 2000 in gara e addirittura come terza miglior performance italiana dell’anno. Sulla medesima distanza in gara femminile, parte bene Francesca Pancione, assestatasi a metà gruppo insieme alle migliori Allieve italiane, ma si ritira però poco prima del traguardo. Un passo molto importante quello compiuto dalla società di atletica cosentina nell’ultimo weekend, che punta decisamente nel prossimo futuro a risollevare in riva al Crati le sorti dell’atletica leggera, la regina di tutti gli sport.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it