Tutte 728×90
Tutte 728×90

Tre club piombano su Vutov, ma il Cosenza lo rivuole? Intanto chiede Torregrossa al Novara

Tre club piombano su Vutov, ma il Cosenza lo rivuole? Intanto chiede Torregrossa al Novara

Il ds che lo ha portato all’Udinese, Cristiano Giarretta, ora lo vorrebbe con sé all’Ascoli. In Lega Pro si è fatto avanti il Lecce, mentre il Catania ha chiesto informazioni.

Tra qualche giorno Antonio Vutov (‘96) rientrerà in Italia ufficialmente per mettersi a disposizione della società di appartenenza. In realtà il suo entourage conta di fargli conoscere entro il week-end la futura destinazione. La situazione non è chiara perché dovranno incastrarsi alla perfezione tre tasselli: quello dell’Udinese, quello del calciatore e quello del club a cui verrà prestato. Bonato, il nuovo direttore sportivo dei friulani, è stato chiaro: non c’è differenza tra Serie B e Lega Pro, l’importante è che venga garantito maggiore spazio rispetto alla stagione appena conclusa. Perché la Serie B? Perché il ds che lo ha portato in Italia, Cristiano Giarretta, ha cambiato squadra mantenendo il bianconero come collante del trasferimento. Da qualche giorno è infatti il massimo operatore di mercato dell’Ascoli che ha fatto sapere di essere concretamente interessato ad accaparrarsi le prestazioni del talento bulgaro. Hanno fatto lo stesso il Lecce di Meluso e il Catania di Lo Monaco. Da Cosenza, invece, soltanto uno scambio di e-mail senza però affrontare direttamente l’argomento. Il feeling del ragazzo con la piazza è ottimo, tanto che è rimasto favorevolmente colpito da uno stendardo dedicatogli dagli ultrà e dagli apprezzamenti dei supporter per strada e agli allenamenti. A lasciare perplessi l’Udinese e gli agenti, però, è la lentezza con cui si muove il sodalizio rossoblù. La domanda su quanto davvero si voglia rinnovare il prestito, alla luce delle recenti dichiarazioni, è all’ordine del girono e non trova risposta. Neanche a dirlo, le altre tre piazze interessate rappresenterebbero un miglioramento dal punto di vista degli obiettivi di partenza, ma forse non garantirebbero il minutaggio sperato. Ad influire sulla decisione finale saranno anche la volontà di Cerri e la forte amicizia che lega il giovane fantasista a Fiordilino…

Nel frattempo, ad avvalorare la tesi secondo cui il Cosenza si starebbe guardando intorno, c’è la telefonata intercorsa tra il responsabile dell’area tecnica rossoblù e il Novara. L’argomento è stato il giovane Daniele Torregrossa (’97) che si è distinto positivamente con la Primavera dei piemontesi e su cui c’è pure il Sud Tirol. E’ una seconda punta dotata di grande tecnica. Un po’ proprio come Vutov… (Antonio Clausi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it