Tutte 728×90
Tutte 728×90

“Cavalli di ritorno”, regge l’indagine del pm Tridico: cinque condanne

“Cavalli di ritorno”, regge l’indagine del pm Tridico: cinque condanne

L’operazione condotta nel 2015 dai carabinieri del Comando Provinciale di Cosenza regge anche in ordinario dopo le due condanne avute in abbreviato lo scorso ottobre.

L’inchiesta “Dine Out” regge anche in ordinario. Ieri mattina infatti il tribunale di Cosenza in composizione collegiale ha condannato Dorin Adrian Teglas, Leonardo Berlingieri, Patrizia Berlingieri, Anna Manzo e Ivan Trinni a tre anni e sei mesi di carcere ciascuno, accusati – a vario titolo – di estorsione e tentata estorsione per i cosiddetti “cavalli di ritorno”. Tutti assolti per non aver commesso il fatto per quanto riguarda il reato di ricettazione. La Procura di Cosenza, rappresentata in giudizio dal pubblico ministero Antonio Bruno Tridico, titolare delle indagini condotte a suo tempo dal Nucleo Investigativo di Cosenza – diretto dal maggiore Michele Borrelli – e dal Reparto Operativo – coordinato all’epoca dal tenente colonnello Vincenzo Franzese – ha ottenuto le condanne che aveva richiesto durante la requisitoria, alla quale avevano replicato gli avvocati difensori affermando che nel dibattimento la prova della colpevolezza dei loro assistiti non era stata dimostrata. In abbreviato, invece, il 15 ottobre del 2015 furono dichiarati colpevoli Franco Abbruzzese e Hamid Zoubir, puniti rispettivamente a due anni e 4 mesi di reclusione e quattro anni e otto mesi di carcere. Le motivazioni della sentenza saranno depositate entro novanta giorni, ma le difese già da ora annunciano ricorso in Appello. (a. a.)

Related posts