Tutte 728×90
Tutte 728×90

Occhiuto non poteva nominare Bruno. La Provincia di Cosenza a Di Natale

Il Consiglio di Stato hanno dichiarato illegittimo e nullo l’ultimo provvedimento preso dal sindaco. Accolta in toto la tesi difensiva degli avvocati Morcavallo e Police.

Foto avv. Enrico MorcavalloIl supremo organo di giustizia amministrativa, in sede giurisdizionale, respinge l’istanza cautelare presentata da Franco Bruno ormai ex Presidente della Provincia di Cosenza. Toccherà a Graziano Di Natale guidare l’Ente in questione.
I Giudici di seconde cure di Palazzo Spada, in sede collegiale, con ordinanza n. 2601 del giorno 7 luglio 2016, Presidente Severini, Relatore Franconiero, hanno confermato l’illegittimità e la conseguente decadenza immediata della nomina Franco Bruno, quale Presidente della Provincia di Cosenza.
Il Consiglio di Stato, infatti, ha accolto in toto la tesi difensiva degli Avv.ti Enrico Morcavallo (in foto a destra) ed Aristide Police, sostenendo, appunto che, la nomina di Presidente della Provincia di Cosenza, effettuata da Mario Occhiuto, era viziata ed insanabile, poiché Occhiuto era già decaduto dalle funzioni di Sindaco e di Presidente della Provincia, quindi ai sensi dell’ art. 1, comma 65, della legge 7 aprile 2014,n. 56, non era nelle condizioni giuridiche di effettuare nomine di qualsivoglia genere.
Inoltre, vi sarebbero anche violazioni di legge in ambito penale, infatti, per il Sindaco Occhiuto, potrebbe configurarsi il reato di abuso d’ufficio, ai sensi dell’art. 323 del codice penale.
L’amministrazione provinciale, da come si evince dall’ordinanza, dovrà eseguire da subito quanto stabilito dai Giudici amministrativi.
“Sono molto soddisfatto del provvedimento giurisdizionale – ha commentato l’avv. Morcavallo – che restituisce piena legalità all’Amministrazione provinciale di Cosenza”.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it