Tutte 728×90
Tutte 728×90

‘NDRANGHETA E POLITICA | Scoperta la nuova cupola di Reggio, chiesto l’arresto del senatore Caridi

‘NDRANGHETA E POLITICA | Scoperta la nuova cupola di Reggio, chiesto l’arresto del senatore Caridi

L’operazione dei Ros denominata “Mammasantissima” ha permesso di individuare la «struttura segreta di vertice della ‘ndrangheta in grado di dettare le linee strategiche». Tra gli arrestati anche l’ex sottosegretario Alberto Sbarra e l’avvocato Giorgio De Stefano.

Il senatore Antonio Caridi, di Forza Italia, è una delle cinque persone coinvolte nell’operazione che ha portato alla scoperta della struttura segreta di vertice della ‘ndrangheta. L’ordinanza è stata inviata alla Giunta per le autorizzazioni a procedere del Senato. Arrestati l’ex deputato del Psdi Paolo Romeo, già in carcere dal 9 maggio scorso, l’ex consigliere regionale e sottosegretario della Giunta regionale di centrodestra Alberto Sarra, l’avvocato Giorgio De Stefano e Francesco Chirico.

I carabinieri ritengono di aver individuato quella che viene definita la «struttura segreta di vertice della ‘ndrangheta in grado di dettare le linee strategiche» di tutta l’organizzazione e di «interagire sistematicamente e riservatamente con gli ambienti politici, istituzionali ed imprenditoriali» di Reggio Calabria e non solo.

«La misura cautelare di oggi rappresenta un ulteriore sviluppo del descritto quadro ‘ndranghetistico-massonico che figura in provincia di Reggio Calabria. Si tratta di un livello superiore». Questo il primo commento del procuratore di Reggio Calabria, Federico Cafiero de Raho, in merito all’inchiesta, denominata “Mammasantissima”, che ha portato alla scoperta della «struttura segreta di vertice della ‘ndrangheta».

Related posts