Tutte 728×90
Tutte 728×90

Capece: “Cosenza: una famiglia. Vogliamo far divertire la gente”

Capece: “Cosenza: una famiglia. Vogliamo far divertire la gente”

Il centrocampista al termine del test-match contro la Morrone: “Le mie caratteristiche il recupero palla ed il sacrificio. Qui c’è un progetto importante. Ho 24 anni e voglio dimostare di poter giocare ad alti livelli”.

Giorgio Capece (’92), alla sua prima in assoluto con la maglia del Cosenza, ha parlato ai cronisti presenti a Lorica: “Mi sto trovando bene con i nuovi compagni e spero di continuare così. Le mie caratteristiche? Ho sempre giocato come regista basso o in un centrocampo a due. Un anno ho fatto il difensore in una difesa a 3 (alla Spal, ndr). Le mie doti sono il recupero della palla ed il sacrificarmi per gli altri. Ad Arezzo l’anno scorso ho giocato in un centrocampo a 3 davanti la difesa. L’importante è fare quello che dice il mister. Come sono arrivato a Cosenza? Mi conosceva Cerri e mi ha contattato tramite il mio procuratore. Io non c’ho pensato molto perchè questa è una grande piazza, c’è un progetto importante e la società è seria. Cos’è mancato finora alla mia carriera? Non lo so ma spero di recuperarlo quest’anno visto che ho ancora 24 anni e c’è tutto il tempo per giocare ad alti livelli. Spero di fare una grande annata e di crescere sotto tutti i punti di vista. Di questa squadra conoscevo Blondett per averci giocato in Nazionale e Tedeschi grazie ad amici in comune. Mi sono reso subito conto che questa è una famiglia. C’è grande entusiasmo. Il nostro obiettivo è fare bene e far divertire la gente, scalando più posizioni possibili”.

Related posts