Tutte 728×90
Tutte 728×90

Inchiesta “Fentanil”, il Tdl revoca l’interdizione al medico Damiano Grispo

Inchiesta  “Fentanil”, il Tdl revoca l’interdizione al medico Damiano Grispo

Era stato sospeso dalla sua attività professionale dal gip di Cosenza Ferrucci, ma nella tarda serata di ieri il Tdl di Catanzaro ha accolto in toto le argomentazioni difensive avanzate dagli avvocati Carratelli e Malomo. 

Il Tribunale della libertà di Catanzaro, con provvedimento depositato nella tarda serata di ieri, ha accolto l’appello proposto da Damiano Grispo avverso l’ordinanza interdittiva di sospensione dal servizio di medico convenzionato e dalla professione di medico chirurgo, disposta nello scorso mese di maggio dal Gip del Tribunale di Cosenza Giuseppa Ferrucci in relazione all’accusa di violazione della normativa in materia di stupefacenti e di truffa aggravata ai danni dello Stato.- Il Tdl, in integrale accoglimento delle argomentazioni dei difensori di uno degli indagati, gli avvocati Nicola Carratelli e Luigi Malomo, ha ravvisato la correttezza da parte del predetto medico della prescrizione di analgesici oppioidi in paziente affetto da grave patologia comportante dolore severo cronico non rispondente ai comuni antidolorifici, escludendo che il mero dato del sovradosaggio potesse far venir meno la finalità terapeutica. Il Tdl ha quindi ritenuto, in ordine alla posizione di Grispo, la ricorrenza di «elementi di dubbio nell’impostazione accusatoria che depotenziano il quadro indiziario sotto il requisito della gravità» ed ha quindi annullato l’ordinanza cautelare appunto per mancanza di gravità indiziaria. Damiano Grispo, residente a Bisignano, dopo aver notiziato del provvedimento l’Asp di Cosenza e l’ordine dei medici della provincia di Cosenza ha quindi immediatamente ripreso l’esercizio della sua attività professionale.

Related posts