Tutte 728×90
Tutte 728×90

Finisce l’incubo per i proprietari della Onze, non fu evasione fiscale

Finisce l’incubo per i proprietari della Onze, non fu evasione fiscale

Pino Turano e il figlio Benedetto sono stati assolti dal tribunale di Paola. L’avvocato Enzo Belvedere: «Auspico che in futuro gli organi competenti a tali accertamenti non pongano in essere azioni non ponderate, che mortificano il tessuto economico di aziende che con gran difficoltà operano nel nostro territorio».

Finisce l’incubo del noto imprenditore nel settore dell’abbigliamento sportivo Pino Turano, proprietario della Onze, assolto insieme al figlio Benedetto dall’accusa di evasione fiscale perché, come ha stabilito il giudice monocratico del tribunale di Paola Rosamaria Mesiti il fatto non costituisce reato. Inoltre il presidente ha ordinato l’immediato dissequestro e la restituzione dei beni ai legittimi proprietari.

Secondo la Guardia di Finanza, che ha condotto le indagini, i due avrebbero eluso la tassazione pregressa relativa alla Sport Point, prima azienda creata da Pino Turano, cedendo l’attività nel 2009 alla Onze ma gli avvocati Enzo Belvedere e Giuseppe Bruno dopo numerose udienze, ed una puntuale ricostruzione difensiva, che si è avvalsa della consulenza pregevole del dott. Giuiio Mauro, sono riusciti a far emergere la buona condotta dei due imputati.

L’avvocato Enzo Belvedere lamenta come da un processo verbale di accertamento ingiusto, si sia messa in pericolo l’esistenza di una società commerciale seria e florida in Calabria, che, affidata per due anni ad un amministratore giudiziario, ha avuto una deflessione di fatturato purtroppo fisiologica. «Auspico che in futuro gli organi competenti a tali accertamenti non pongano in essere azioni non ponderate, che mortificano il tessuto economico di aziende che con gran difficoltà operano nel nostro territorio», ha dichiarato l’avvocato del foro di Cosenza.

Pino Turano dal suo profilo Facebook ha espresso tutta la sua soddisfazione per l’esito del processo: «Oggi giustizia è fatta. Mi è stata ridata la mia dignità di uomo e di padre (dignità che dentro di me non ho mai perso) ma che qualcuno ha fatto di tutto per togliermela». (a. a.)

Related posts