Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cavallaro: “I cori per me una cosa davvero bella”

Cavallaro: “I cori per me una cosa davvero bella”

L’attaccante del Cosenza a fine gara al cospetto dei supporter della Tribuna A: “Colloquio costruttivo. Devo dare tutto per la maglia rossoblù”.

Il protagonista della serata di ieri è stato Giovanni Cavallaro. Un gol, un altro sfiorato nella ripresa, belle giocate e spunti interessanti fin quando non è finita la benzina. “Sono un po’ in ritardo rispetto ai compagni che hanno una decina di giorni di preparazione in più – ha detto – Negli ultimi 20’ ho sofferto perché ero stanco ed appesantito. L’importante era portare a casa la vittoria per prepararci alla prossima gara di Bari. Il ruolo? Posso fare sia l’esterno (posizione che mi piace occupare) che la seconda punta: sono a disposizione”. Cavallaro a fine partita si è portato al cospetto dei supporter assiepati in Tribuna A ed ha discusso con loro per qualche minuto. “Ci sono state parole costruttive – ha rivelato in conferenza stampa – Sono andato giù da loro perché sono stati molto carini per tutta la partita nel farmi cori e nell’incitarmi: per me è stata una cosa davvero bella. Abbiamo chiarito ciò che c’era da chiarire. Questo è un anno nuovo, io indosso la loro maglia e devo onorarla nel rispetto del pubblico e della società che mi paga”. La rete dell’1-0 ha aiutato tale processo di ri-avvicinamento. “Ci tenevo a chiarire e a tornare al Marulla dopo i fischi dell’ultima giornata che credevo di non meritare. La mia intenzione è sempre stata quella di vestire nuovamente questa casacca: sono qui per dimostrare il mio amore per loro e per il calcio”. Meno bene i suoi due compagni di reparto che, per struttura fisica, ancora avvertono i carichi della preparazione. “Baclet e Gambino li conoscevo da prima, si tratta d elementi importanti che col tempo faranno gol visto che li hanno sempre fatti. Questa squadra ha bisogno di tutti, non solo di Cavallaro. Con la compattezza ci toglieremo delle soddisfazioni, puntiamo a migliorarci giorno dopo giorno”.

Related posts