Tutte 728×90
Tutte 728×90

Caos a Messina. Il presidente silura il ds Tosto, anche Bertotto a rischio

Caos a Messina. Il presidente silura il ds Tosto, anche Bertotto a rischio

Ore incandescenti in riva allo Stretto dove Stracuzzi ha sollevato il direttore dall’incarico ed ha forti divergenze con l’allenatore. Attesi nuovi sviluppi.

Dopo la rivoluzione di Foggia e quella di Catanzaro dove De Zerbi ed Erra sono stati esonerati ancor prima dell’inizio del campionato, è il turno del Messina. La scossa tellurica – racconta pianetamessina – arriva intorno alle 18,30. Cinque righe da parte della società per dire che Vittorio Tosto non è più il direttore sportivo. Una doccia gelata, un esonero un piena regola che arriva il giorno dopo l’incontro che il presidente Stracuzzi ha avuto con l’uomo mercato giallorosso. E proprio l’esito del “faccia a faccia” tra i due deve aver provocato o forse accentuato la frattura. E’ chiaro che alcune scelte del ds Tosto non sono piaciute alla società che si è sentita un po’ “soffocata” dalla strategia adottata.

LE PAROLE DEL PATRON. “Non c’era più sintonia nelle scelte di mercato – ha spiegato poi il presidente – e questo ha creato dei problemi. Ai tifosi, però, devo rendere conto, soprattutto a quelli che hanno avuto fiducia abbonandosi. Io sono il presidente, qui invece tutti fanno i padroni. Il signor Tosto non rientra più nei piani della società, lo ringrazio per il lavoro fatto, ma nel calcio funziona così. Ora ho un anno di esperienza in più e certe cose è meglio risolverle subito. A mister Bertotto invece rinnoviamo la fiducia, ha fatto finora un ottimo lavoro. Se vuole rimanere siamo felici, altrimenti ne prenderemo atto”.

BERTOTTO TRABALLA. Nonostante l’apertura verso l’allenatore, l’ex capitano dell’Udinese e tutt’altro che sicuro di allenare al San Filippo. A domanda specifica ha risposto in modo laconico: “direi che i tifosi devono preoccuparsi e basta. E hanno tutti i motivi per farlo. Non dico altro, ci sentiamo tra qualche giorno”. Parole che non sono piaciute a Stracuzzi che lo ha convocato per un chiarimento. Cosa si siano detti negli uffici dei cantieri navali del presidente del Messina, rischia di diventare il segreto di Pulcinella. Di ufficiale non trapela nulla. Il siluramento del ds Tosto, per divergenze nel mercato estivo, è stato ovviamente il tema caldo del colloquio tuttaltro che disteso tra il tecnico e il massimo dirigente dell’Acr. Bertotto ha chiesto delucidazioni sulla drastica decisione. E il presidente ha spiegato nel dettaglio i motivi dell’allontanamento dell’uomo mercato del Messina. Ed è chiaro che il rimprovero sulla netta chiusura da parte del ds Tosto su alcuni “suggerimenti” della società, contenesse di riflesso un ammonimento al tecnico peloritano. Per la serie, adesso fai solo l’allenatore. Gli ultimi innesti li deciderà la società, ma nel faccia a faccia con il presidente, Bertotto è rimasto rigido nella propria posizione: nessun giocatore che non sia di suo gradimento. A questo punto si aprono due scenari: o Bertotto sarà allontanato dalla società entro le prossime 48 ore (dimissioni meno probabili), oppure si andrà avanti con una convivenza forzata che non si sa quanto durerà.

 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it