Tutte 728×90
Tutte 728×90

Catanzaro-Cosenza: le pagelle

Catanzaro-Cosenza: le pagelle

Caccetta e Gambino i migliori del Cosenza. Ottima la prova dei difensori che non hanno mai sofferto. Leggermente sotto tono la partita di Criaco e Statella.

Il Cosenza scrive la storia umiliando un Catanzaro che resiste 40 minuti. Poi il dominio rossoblù con un finale di primo tempo scandito da 3 occasionissime ed un inizio ripresa che tramortisce i padroni di casa con l’uno-due micidiale di Caccetta e Gambino. Nel finale è ancora capitan Caccetta ha sigillare il definitivo 3-0. Dopo 66 anni il Cosenza torna a vincere sul campo del Catanzaro. (Alessandro Storino)

PERINA: 6,5 Non è mai seriamente impegnato fino a 5 minuti dalla fine quando si esalta su Giovinco. Nel primo tempo un suo rinvio corto con i piedi innesca un’azione potenzialmente pericolosissima per il Catanzaro.
CORSI: 6,5 Spinge poco, ma in fase difensiva è impeccabile. Sabato non lo supera mai.
TEDESCHI: 7 Guida il reparto con sicurezza facendo ripartire velocemente la manovra. Di testa o di piede, le prende tutte.
BLONDETT: 6,5 Mette la museruola a Sarao che è costretto sempre a giocare spalle alla porta. Anche  Giovinco trova pane per i suoi denti.
PINNA: 6,5 Esposito non è un cliente facile. Lui lo limita ed appoggia l’azione offensiva. Dal suo piede parte l’angolo del primo gol di Caccetta.
D’ANNA: 6 Se la cava con esperienza anche se in fase offensiva si vede poco. Ha la palla buona per passare in vantaggio ma è sfortunato a colpire un difensore catanzarese a portiere battuto. Si arrende ai crampi a 15 dalla fine.
CACCETTA: 7,5 E’ lui ad abbassarsi per prendere palla. Le sue verticalizzazioni non sono precise ma nel secondo tempo sale in cattedra e segna due gol che profumano di storia. Il Capitano è tornato.
CRIACO: 5,5 Si adatta ad un ruolo non suo e si vede. Non mantiene benissimo le distanze in mezzo al campo, anche se lotta su ogni palla.
STATELLA: 5,5 Potrebbe fare di più perchè il Cosenza pende a sinistra. Salta poche volte l’uomo e non trova le sue classiche accelerazioni neanche in campo aperto.
MUNGO: 6 Svaria sul fronte offensivo finchè rimane in campo. Non da punti di riferimento alla difesa di casa anche se è poco incisivo. E’ suo il corner del raddoppio di Gambino.
GAMBINO: 7,5 Lotta da solo contro la difesa catanzarese e molto spesso ha la meglio. Guadagna una miriade di punizioni e quando difende la palla è impossibile portargliela via. A fine primo tempo fa le prove generali del gol. Nel secondo tempo trova la rete della sicurezza che taglia le gambe definitivamente al Catanzaro.
ROSELLI: 7 La sua squadra gioca una partita perfetta in fase difensiva ed è letale sui calci piazzati. Gestisce perfettamente il match anche con i cambi al momento giusto. Chi vuole vincere questo campionato, dovrà fare i conti con il suo Cosenza.

Subentrati:
CAVALLARO: 6,5 Prende il posto di Mungo e fa in tempo a fornire l’assist per il secondo gol di capitan Caccetta.
CAPECE: 6,5 Un quarto d’ora per congelare definitivamente il match.
MADRIGALI: SV Giusto il tempo di esordire con la maglia della sua nuova squadra negli ultimissimi minuti.

 

Related posts