Serie C

Brusca frenata del Lecce, il Foggia “tocca” la vetta. Tabellini e voti della 5° giornata di Lega Pro/C

I giallorossi irriconoscibili impattano con la Casertana. Finisce 0-0 Matera-Catania, mentre la Juve Stabia scala la classifica. Blitz della Paganese a Catanzaro.

In attesa che il Foggia oggi scenda in campo, la quinta giornata ha fatto registrare una frenata del Lecce. I giallorossi hanno rischiato di capitolare in casa contro la Casertana facendo un grosso passo indietro rispetto alle precedenti apparizioni. Lo 0-0 dà la possibilità ai satanelli, impegnati stasera a Messina, di portarsi da soli in vetta alla classifica. Il big-match di giornata tra Matera e Catania è terminato 0-0, con gli etnei che hanno bloccato l’impeto dei lucani. Ad approfittarne è la Juve Stabia che sembra essere quella più in forma: il 2-0 al Siracusa porta la firma di Kanoutè e Cancellotti. In scioltezza il Cosenza sulla Vibonese (a segno Gambino e Statella), così come il Taranto nel derby con l’Andria. A decidere il match dello Iacovone è Bollino con una doppietta. Il Fondi spreca un’occasione d’oro a Melfi. In vantaggio di due reti (doppietta di Tiscione), si fa recuperare nel finale dagli acuti di Defendi e Foggia. Finisce 1-1 Monopoli-Reggina: al vantaggio degli ospiti con Porcino, replica Esposito poco dopo. Chiudono il quadro il successo di misura dell’Akragas sul Francavilla (2-1) e il blitz della Paganese a Catanzaro. Le Aquile sono state piegate da Deli e Reginaldo ed hanno trovato il tempo di sbagliare un rigore con Tavares nel finale. Ecco tutti i tabellini di giornata. (Antonello Greco) 

AKRAGAS-VIRTUS FRANCAVILLA 2-1
AKRAGAS (4-3-3):
 Pane 7; Scrugli 6, Carillo 6, Marino 6.5, Russo 5; Salandria 6, Pezzella 6, Carrotta 5.5 (24’ st Coppola 5.5); Cocuzza 5.5 (34’ st Cochis sv), Gomez 6.5 (43’ st Longo sv), Zanini 6.5. A disp: Addario, Assisi, Sepe, Leveque, Greco, Garci, Riggio. All.: Di Napoli 6.5
VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Albertazzi 5.5; Pino 5.5 (29’ st Salatino sv), Idda 6, Abruzzese 6; Triarico 7, Galdean 6.5, Prezioso 5 (24’ st Finazzi 6.5), Abate 5.5 (20’ st Albertini 5.5), Gallù 5.5; De Angelis 6, Nzola 6. A disp: Costa, De Toma, Vetrugno, Pastore, Liberio, Biason, Turi, Tundo, Monopoli. All.: Calabro 6.5
ARBITRO:  Fiorini di Frosinone
MARCATORI: 17’ pt Zanini (A), 17’ st Gomez (A), 30’ st Nzola (F)
NOTE: Spettatori circa 2000. Osservato un minuto di silenzio in memoria di Carlo Azeglio Ciampi. Ammoniti: Pino, Prezioso (VF), Scrugli, Carrotta, Salandria (A). Angoli: 6-2 per l’Akragas Recupero: 1’ pt – 5’ st

 

CATANZARO-PAGANESE 0-2
CATANZARO (3-5-2): Grandi 5; Di Bari 5, Patti 5, Sabato 4,5 (24′ st Sarao 4,5); Esposito 5, Baccolo 5, Roselli 5, Pasqualoni 5 (17′ st Bensaja 5); Giovinco 5; Cunzi 5, Campagna 5,5 (31′ st Tavares 4,5). A disp.: Leone, Icardi,  Moccia, Basrak, Maita, De Lucia, Van Ransbeek All.: Somma 5
PAGANESE (4-3-3): Marruocco 7; Dicuonzo 6, Alcibiade 6, Silvestri 6, Della Corte 6; Maiorano 6 (24′ st Tagliavacche 6), Pestrin 6, Deli 7; Cicerelli 6,5, Iunco 7 (17′ st Caruso 6), Reginaldo 7 (39′ st Celiento sv). A disp.: Mansi, Zerbo, Herrera, Longo, Bernardini, Parlati, Stoia, Celiento All. Grassadonia 6,5
ARBITRO: Mastrodonato di Molfetta
MARCATORI: 11′ pt Deli, 25′ st Reginaldo
NOTE: Spettatori 1596 (718  abbonati) incasso totale 12498 euro (quota abbonati 5422). Al 36’ Tavares (C) si fa parare un rigore da Marruocco. Ammoniti: Deli, Caruso (P), Patti (C). Angoli: 11-4 per il Catanzaro. Recupero: 1′ pt – 5′ st

 

MELFI-FONDI 2-2
MELFI (3-5-2): Gragnaniello 5.5; Laezza 5, De Giosa 5 (42’ pt Grea 6), Bruno 5.5; De Montis 5 (6’ st Paterni 6), Esposito 6, Fazio 6, Gambone 5 (2’ st Foggia 7), Nicolao 6.5, De Vena 6, Defendi 6.5. A disp.: Viola, Ferrante, Dejori, Libutti, Cittadino, Casiello, Di Vicino, Pompilio, Ferraro. All.: Romaniello 6
FONDI (5-3-2): Baiocco 6; Galasso 6, Signorini 5.5, Mucciante 5.5, Bertolo 6, Squillace 6; Varone 6, De Martino 6, D’ Angelo 6; Albadoro 6 (36’ st Iadaresta sv), Tiscione 8. A disp.: Coletta, Di Sabatino, Bombagi, D’ Agostino, Guadalupi, Addessi, Tommaselli, Pompei. All.: Pochesci 6
ARBITRO: Nicoletti di Catanzaro
MARCATORI: 12’ pt e 40’ pt Tiscione (F), 24’ st Defendi (M), 29’ st Foggia (M)
NOTE: giornata piovosa, campo pesante, spettatori 800 circa. Al 27’ st espulso Varone (F) per somma di ammonizioni. Ammoniti: Esposito, Laezza (M), Varone, Mucciante, D’ Angelo (F). Angoli: 5-4 per il Melfi. Recupero 3’ pt – 4’ st

 

MONOPOLI-REGGINA 1-1
MONOPOLI (4-3-3): Mirarco 6; Ricucci 6,  Esposito 7, Bacchetti 6, Pinto 6; Viola 6 (22′ st Franco 6), Nicolini 6.5, Balestriero 5.5; Genchi 5, Montini 5 (16′ st D’Auria 6), Gatto 5.5 (30′ st Mouzakitis sv). A disp.: Pellegrino, Cassano, Mercadante, Difino, Sounas, Bei, Mavrevic, De Vito, Padalino. All.: Zanin 6
REGGINA (4-3-3): Sala 6; Cane 5.5 (35′ st Maesano sv), Gianola 5.5, Kosnic 5.5, Possenti 6; Bangu 6, Botta 5.5, De Francesco 5 (43’ st Knudsen sv); Oggiano 5.5, Coralli 6 (26′ st Bianchimano 6), Porcino 7. A disp.: Licastro, De Bode, Carpentieri, Knudsen, Tripicchio, Lo, Cucinotti, Romanò, Mazzone, Tommasone. All.: Zeman 6
ARBITRO: Proietti di Terni
MARCATORI: 2’ pt Porcino (R), 26′ Esposito (M)
NOTE: Spettatori circa 1000. Ammoniti: Cane (R), Oggiano (R), Ricucci (M), Genchi (M), Sala (R), Kosnic (R). Angoli: 6-3 per la Reggina. Recupero: 1′ pt – 5′ st

 

LECCE-CASERTANA 0-0
LECCE (4-3-3):
Bleve 7; Vitofrancesco 5.5, Cosenza 6.5, Drudi 7, Ciancio 5; Lepore 5, Arrigoni 5 (9’ st Fiordilino 6.5), Mancosu 5 (27’st Tsonev 6); Pacilli 6 (34’st Vutov sv), Caturano 5.5, Torromino 5. A disp.: Chironi, Gomis, Contessa, Monaco, Giosa, Capristo, Vinetot, Maimone, Persano. All.: Padalino 5
CASERTANA (4-3-3): Ginestra 6.5; Finizio 6, D’Alterio 6, Rainone 6, Pezzella; Carriero 6.5, Matute 7, Giorno 6 (26’ st Rajcic 6); Carlini 7, Orlando 6 (37’ st Ramos sv), Ciotola 5.5 (15’ st Colli 6). A disp: Anacoura, Fontanelli, Lorenzini, De Marco, Gala, De Filippo, Taurino. All.: Tedesco 7
ARBITRO: Armando Ranaldi di Tivoli
NOTE: Spettatori: 13mila circa. Ammoniti: Drudi, Cosenza, Caturano (L), Rainone, Ginestra (C). Recupero: 1’ pt – 4’ st

 

MATERA-CATANIA 0-0
MATERA (3-4-3): Bifulco s.v.; Mattera 6, De Franco 6, Ingrosso 6; Di Lorenzo 6, Armellino 6 (20’ st De Rose 6), Iannini 7, Casoli 6.5; Carretta 6 (35’ pt Sartore 6.5), Infantino 5, Negro 5 (31’ st Louzada sv). A disp.: D’Egidio, Scognamillo, Meola, De Rose, Taccogna, Strambelli, Sartore, Strambelli, Louzada, Piccinni. All.: Auteri 6
CATANIA (4-4-2): Pisseri 6; Nava 6, Gil 6, Bastrini 6, Djordjevic 4.5; Biagianti 6, Scoppa 6, Silva 5 (15’ st Di Grazia 6), Fornito 5.5; Russotto 5.5 (30’ st Di Cecco sv), Paolucci 5 (30’ st Anastasi 6). A disp.: Martinez, De Santis, Mbodj, Di Cecco, Di Grazia, Bucolo, Sessa, Barisic, Anastasi, Calil, Piscitella. All.: Rigoli 6
ARBITRO: Paolini di Ascoli Piceno
NOTE: Spettatori: 3471 totali. Prima dell’inizio del match è stato osservato un minuto di silenzio per la morte di Carlo Azeglio Ciampi, ex Presidente della Repubblica. Espulso al 21’ st Djordjevic (C) per doppia ammonizione. Ammoniti: Pisseri (C). Angoli: 12-2 per il Matera. Recupero: 2′ pt – 4’ st

 

JUVE STABIA-SIRACUSA 2-0
JUVE STABIA (4-3-3): Russo 6; Cancellotti 6,5, Atanasov 6, Morero 6 (43’ pt Amenta 5,5), Liotti 6,5; Izzillo 6, Esposito 6 (14’ st Lisi 6), Mastalli 6; Kanoute 6,5 (39’ st Liviero sv), Marotta 6,5, Montalto 6. A disp. Bacci, Riccio, Sandomenico, Camigliano, Salvi, Petricciuolo, Strianese, Rosafio, Ripa. All. Fontana (squalificato, in panchina Caserta) 6.5
SIRACUSA (4-4-2): Santurro 7; Brumat 5,5, Turati 6, Pirrello 5,5, Dentice 5,5 (1’ st Giordano 6); Valente sv (6’ pt Dezai 5,5), Baiocco 5,5, Spinelli 5,5, Di Dio 5,5; Talamo 5,5 (18’ st Longoni 5,5), Catania 5,5. A disp. Serenari, Filosa, De Respinis, Sciannamé, Scardina, Palermo, Toscano, Cassini, De Vita. All. Sottil 5
ARBITRO: De Tullio di Bari
MARCATORI: 32’ pt Kanoute, 38’ pt Cancellotti
NOTE: Spettatori 2000 con circa 50 tifosi provenienti da Siracusa. Espulso al 36’ st Amenta (J) per doppia ammonizione. Ammonito Giordano (S). Angoli 5-3 per la Juve Stabia. Rec.: 2’ pt – 3’ st

 

TARANTO-ANDRIA 2-0
TARANTO (3-5-2)  Maurantonio 6.5; Altobello 6.5, Stendardo 7, Pamblanchi 7; De Giorgi 6, Lo Sicco 6, Bobb 6.5 (11’ st Nigro 6), Bollino 8 Garcia 5.5; Magnaghi 5.5 (33’ st Balzano sv), Balistreri 5.5 (21’ st Viola 6.5). A disp.: Pizzaleo, Nigro, Paolucci, Potenza, De Salve, Cardea, Balzano, Langellotti, Cedric, Viola, De Toni. Allenatore: Papagni 6.5 
ANDRIA (4-2-3-1) 
Pop 6; Tartaglia 6, Allegrini 5, Aya 5.5, Tito 6; Piccinni 6, Matera 5.5 (26’ st Starita 6); Onescu 6, Cruz 5 (4’ st Volpicelli 6), Mancino 5.5 (36’ st Berardino sv); Fall 5.5,. A disp.: Cilli, Starita, Rada, Curcio, Colella, Masiero, Minicucci, Ovalle, Berardino, Volpicelli, Valotti. Allenatore: Favarin 5
ARBITRO:  D’Apice di Arezzo
MARCATORI: 27′ pt Bollino, 49’ st Viola
NOTE: Spettatori circa 9mila. Ammoniti: Lo Sicco (T), Bollino (T), Matera (A), De Giorgi (T); Allegrini (A); Piccinni (A); Berardino (A); Viola (T); Onescu (F). Angoli: 5-2 per l’Andria. Recupero: 1′ pt – 5′ st

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina