Tutte 728×90
Tutte 728×90

Madonna della Catena, spintoni e calci contro i vertici dell’Asp

Madonna della Catena, spintoni e calci contro i vertici dell’Asp

Il tavolo convocato dal prefetto di Cosenza è stato seguito dai lavoratori della casa di cura di proprietà de iGreco che all’uscita hanno protestato contro il dg dell’Asp Mauro e il direttore amministrativo Bruno. 

Il caos più totale. Spintoni e calci contro i dirigenti dell’Azienda sanitaria ospedaliera dei lavoratori della casa di cura “Madonna della Catena” di Dipingano a seguito del tavolo di confronto organizzato dal prefetto di Cosenza tra i vertici regionali della sanità calabrese, i rappresentanti del gruppo imprenditoriale iGreco, titolari della casa di cura. il Prefetto Gianfranco Tomao, il commissario Scura e il dg dell’Asp Raffaele Mauro e il direttore amministrativo Luigi Bruno. Oggetto della discussione la delibera di assegnazione di 60 nuovi posti letto in favore della struttura sanitaria di Dipingano, che è stata revocata dal dg Mauro per presunte irregolarità nelle procedure di assegnazione. Entro una settimana sarà verificata l’istruttoria.

I lavoratori all’uscita hanno protestato oltre modo contro i vertici dell’Asp, lanciando monetine e intonando cori.

Related posts