Tutte 728×90
Tutte 728×90

CNR di Piano Lago, Oliverio e Guccione d’accordo: «Deve essere rilanciato»

CNR di Piano Lago, Oliverio e Guccione d’accordo: «Deve essere rilanciato»

Nel corso della seduta di ieri del Consiglio regionale, il Governatore e il consigliere regionale del Pd si sono ritrovati sulle stesse posizioni per tutelare e migliorare il Centro di Piano Lago.

Nella seduta del consiglio regionale di ieri, il consigliere regionale del Pd Carlo Guccione ha illustrato l’interrogazione sul Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche) di Piano Lago, che rappresenta un polo avanzato di ricerca di rilevanza nazionale e internazionale nello studio multidisciplinare delle malattie del sistema nervoso. L’istituto di scienze neurologiche di Piano Lago rappresenta un’eccellenza sia per il carattere scientifico, sia per le attività di assistenza sanitaria in relazione a prestazioni di genetica medica e neuroimmagini in regime di convenzione con l’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza. Durante il question time di ieri a Palazzo Campanella, Carlo Guccione ha sottolineato che il Cnr di Piano Lago dovesse essere rilanciato e sostenuto per dare risposte concrete alle esigenze di innovazione del territorio. La Regione Calabria deve poter contare sulle competenze dell’istituto di scienze neurologiche che gode di una consolidata competenza scientifica (250 pubblicazioni con un impact factor molto elevato) e una rete di relazioni che mette insieme conoscenze e competenze biomediche e tecnologiche al servizio dell’intera filiera di ricerca. Guccione ha chiesto al presidente della Giunta regionale un rilancio del Cnr di Piano Lago per realizzare un polo di eccellenza sperimentale nell’ambito delle biotecnologie collegato alle realtà scientifiche, accademiche e aziendali già presenti. Un polo di innovazione che possa essere punto di aggregazione di piccole e medie imprese, di organismi di ricerca attivi nei settori gravitanti attorno alle tematiche biomediche. Alcuni mesi fa, nel corso di una riunione all’interno dello stesso Cnr di Piano Lago, oltre al consigliere regionale Carlo Guccione e i sindaci del comprensorio, è intervenuto Andrea Cozzolino, vicepresidente della commissione Affari regionali al Parlamento Europeo. «Il Polo di Piano Lago dovrebbe – ha sostenuto Carlo Guccione – avere tra i suoi primi obiettivi quello di stimolare l’attività innovativa di ricerca scientifica, di scambi e relazioni a livello nazionale e internazionale, così da diventare un vero e proprio incubatore per la nascita di start up del settore». «Condivido – ha affermato il presidente della Regione Calabria, Gerardo Mario Oliverio durante il question time – le questioni poste da Carlo Guccione nella sua interrogazione, perché il Cnr di Piano Lago è una eccellenza per la nostra Regione ma anche per le attività che svolge a livello nazionale e internazionale. Da anni questo centro svolge una attività di supplenza rispetto alla diagnostica. L’accreditamento per la struttura di Piano Lago – seguendo il senso dell’interrogazione di Guccione – è stato determinato anche da questa necessità. Abbiamo inoltrato la richiesta di incontrare il presidente nazionale del Cnr, così come sollecitato da Carlo Guccione, per il rilancio della struttura di Piano Lago. E il presidente ha espresso la volontà di incontrarci molto presto. Accolgo pienamente lo spirito e le sollecitazioni esposte da Guccione nella sua interrogazione. Coincidono con la nostra volontà e la nostra concreta azione». «Apprezzo l’impegno – ha sottolineato Carlo Guccione – che ha preso il presidente Oliverio per destinare parte delle risorse che la Regione ha (come i fondi comunitari) per la ricerca scientifica e in particolare per il potenziamento del Cnr di Piano Lago».

Related posts