Tutte 728×90
Tutte 728×90

“Amici dell’Università della Calabria” ricorda Aldo Moro

“Amici dell’Università della Calabria” ricorda Aldo Moro

Fu uno dei promotori per l’istituzione dell’Ateneo calabrese con la legge 12 marzo 1968.

Nel centenario della nascita e relativi festeggiamenti dell’onorevole Aldo Moro, rapito il 16 marzo 1978 ed ucciso dalle brigate rosse il 9 maggio dello stesso anno, l’associazione internazionale “Amici dell’Università della Calabria”, presieduta dal dottore Aldo Bonifati, ne ricorda il suo impegno, in qualità di Presidente del Consiglio, per la istituzione del primo Ateneo calabrese con la legge 12 marzo 1968 n.442. Una legge firmata dal Presidente della Repubblica Saragat, oltre che dal presidente Moro, anche dai Ministri: Gui, Pieraccini, Colombo, Mancini, Pastore.

Una legge che arrivò dopo un lungo dibattito parlamentare durato quasi un decennio, a partire dalla fine degli anni cinquanta, con varie proposte e fu la prima Università ad essere istituita nel nostro paese dalla Repubblica Italiana. Una legge che prevedeva per la prima volta e sarà l’unica il carattere residenziale con un suo campus ed il numero programmato per dodicimila studenti distribuiti in quattro Facoltà: Ingegneria, Scienze Economiche e Sociali, Scienze Matematiche Fisiche e Naturali, Lettere e Filosofia.

Una legge composta da diciotto articoli con tutte le indicazioni circa l’avvio della fase gestionale amministrativa e didattica dell’Ateneo affidata a quattro Comitati Ordinatori delle Facoltà e a un Comitato Tecnico Amministrativo; ma soprattutto dava indicazioni circa la costituzione del Centro Residenziale dotato delle necessarie attrezzature sportive, ricreative, associative e sanitarie destinato ad accogliere per la durata dei corsi il personale insegnante e non insegnante in servizio presso l’università nonché una quota non inferiore al 70 per cento degli studenti iscritti ai corsi di laurea e di specializzazione.

Per effetto di questa legge il presidente Aldo Moro è considerato a tutti gli effetti tra i padri fondatori dell’Università della Calabria, al quale la stessa Università finora non ha attribuito alcun merito pubblico ufficiale, ed è per questo che l’Associazione Internazionale “Amici dell’Università della Calabria” è impegnata nell’organizzare la festa annuale istitutiva dell’Ateneo con il coinvolgimento di tutti coloro che in questi anni, a partire dal 1976, hanno conseguito la laurea presso l’Università della Calabria, il cui numero va oltre le settantamila unità.

E’ un dovere ricordare ciò ed impegnarsi in tal senso per farne memoria per i posteri nel rispetto anche delle parole pronunciate dal Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, il 7 febbraio 2001, in occasione dell’inaugurazione della Biblioteca d’Ateneo, riportate in una targa ricordo collocata nell’atrio d’ingresso della biblioteca “Ezio Tarantelli”, come invito rivolto agli studenti e all’intera comunità: «Occorre trasmettere la memoria delle idee, dei fatti e delle persone di generazione in generazione. Il mio intervento vuole essere una testimonianza per voi giovani».

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it