Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli: “Temo molto la Reggina. Faremo risultato solo con una grande prova. Modesto? Io faccio l’allenatore…”

Roselli: “Temo molto la Reggina. Faremo risultato solo con una grande prova. Modesto? Io faccio l’allenatore…”

“Senza Mungo e Cavallaro dovremo trovare la migliore soluzione possibile. Reggina squadra propositiva e con grande entusiasmo”. Poi su Modesto: “So che c’era stato un contatto con Meluso ma non con Cerri. Ma io non decido nulla e mi adatto sempre a chi mi mettono a disposizione”.

 

Terminata da poco la conferenza stampa di Giorgio Roselli alla vigilia della sfida di Reggio Calabria di domani. Si parte con gli assenti. Mancheranno sia Cavallaro che Mungo, anche se quest’ultimo Roselli ci tiene a parlare per evitare equivoci: “Mungo viene con noi ma non è disponibile. Viene a Reggio Calabria con noi solo per curarsi. Gli altri 19 convocati sono quelli disponibili. Sappiamo che abbiamo qualche giocatore acciaccato e qualche altro non al top. Altri li abbiamo recuperati come D’Anna e Criaco”. Sugli avversari: “Temo molto la Reggina perchè è una squadra sbarazzina che gioca bene e sa già cosa vuole il suo allenatore che è molto bravo. E’ una squadra propositiva ma equilibrata. Sarà una partita molto complicata non solo perchè è un derby ma anche perchè c’è tanto entusiasmo a Reggio. Sono convinto che faremo una grande partita e solo facendola possiamo fare risultato. Il terreno di gioco del Granillo? Non ho mai pensato che sia una fattore che possa avvantaggiare o meno una delle squadra in campo. Il campo è per tutte e due le squadre uguale”. Si passa poi ad affrontare il tema legato a Francesco Modesto che ieri ha dichiarato che al Cosenza verrebbe anche gratis: “Io faccio l’allenatore. Non ho mai trattato un calciatore. Condivido sempre le scelte dei calciatori che mi mettono a disposizione. A me non interessa chi arriva e la decisione finale non spetta a me. Non è un mio problema. So che il calciatore aveva parlato con Meluso e non credo che abbia parlato con Cerri”. Sulle scelte di domani: “Criaco come vice-Mungo? Potrebbe essere ma dobbiamo trovare un’alternativa anche a Cavallaro. Bisogna capire qual è la migliore soluzione. Con l’assenza di Mungo e Cavallaro dovremo giocare con altre caratteristiche. Peccato perchè erano entrambi in grande forma.. Potremmo essere più imprevedibili visto che loro ci avranno studiato e, senza quei due, dovremmo certamente cambiare. Troveremo una squadra che potrebbe essere anche più fresca a livello fisico per aver iniziato tardi la preparazione”.

Related posts