Tutte 728×90
Tutte 728×90

Delitto Roberta Lanzino, in aula i medici legali del 1988

Delitto Roberta Lanzino, in aula i medici legali del 1988

La Corte d’Assise d’Appello di Catanzaro, su richiesta della procura generale e delle parti civili, sentirà giovedì prossimo i medici legali che effettuarono l’autopsia sul corpo della studentessa uccisa tra Cerisano e Torremezzo.

La Corte d’Assise d’Appello di Catanzaro sentirà giovedì prossimo i medici legali Maggi e Romanazzi che nel 1988 effettuarono l’autopsia sul corpo di Roberta Lanzino, uccisa il 26 luglio del 1988 lungo la strada che collega Cerisano a Torremezzo. I medici saranno sentiti in qualità di testimoni del processo e dovranno riferire sul luogo dei fatti e del ritrovamento del cadavere, se l’omicidio sia stato commesso da una una o più persone e del materiale rinvenuto in prossimità del luogo del delitto.

Nel processo di primo grado è stato assolto Francesco Sansone che oggi tuttavia si trova di nuovo davanti a un collegio giudicante che dovrà esaminare quanto dichiarato dai medici. Le parti civili sono rappresentate dagli avvocati Ornella Nucci, Francesco Cribari e Marina Pasqua.

Intanto le nuove indagini continuano, ma al momento non vi sarebbero particolari spunti investigativi da cui ripartire. Vedremo se nel prosieguo dell’attività tecnica vi saranno nuovi elementi per l’accusa.

Antonio Alizzi

 

 

Related posts