Tutte 728×90
Tutte 728×90

Armi, spaccio di droga e truffe: raffica di arresti tra Firmo e Cetraro [VIDEO]

Armi, spaccio di droga e truffe: raffica di arresti tra Firmo e Cetraro [VIDEO]

Vasta operazione dei carabinieri della Compagnia di Castrovillari nei confronti di un presunto sodalizio criminale al cui vertice ci sarebbe Cosimo Donato, arrestato con l’accusa di aver partecipato alla strage di Cassano dove perse la vita il piccolo Cocò.

Dalle prime luci dell’alba, nei comuni di Firmo, Lungro, Spezzano Albanese e Cetraro, i carabinieri del Comando Provinciale di Cosenza stanno dando esecuzione a numerose ordinanze di custodia cautelare in carcere e agli arresti domiciliari, emesse dall’ufficio gip del tribunale di Castrovillari su richiesta del procuratore della Repubblica di Castrovillari Eugenio Facciolla, a conclusione di una complessa attività investigativa condotta dalla Compagnia carabinieri di Castrovillari.

Le indagini, condotte dai militari della Compagnia di Castrovillari, durate circa un anno, hanno consentito di acquisire elementi di prova circa l’esistenza di un’associazione per delinquere incentrata sulla famiglia Donato, facente capo al noto Cosimo Donato, attualmente in carcere con l’accusa di aver partecipato al triplice omicidio in cui perse la vita il piccolo Cocò. Tra gli arrestati anche la moglie di Donato, accusata di aver assunto un ruolo di vertice nell’associazione, facendo da tramite tra il marito e gli altri componenti del sodalizio.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti nella conferenza stampa che si terrà alle ore 10.30 presso il Comando Provinciale carabinieri di Cosenza alla presenza del procuratore della Repubblica di Castrovillari Eugenio Facciolla.

Related posts