Tutte 728×90
Tutte 728×90

De Angelis: “Cosenza con un’ossatura solida. Il mio addio…”

De Angelis: “Cosenza con un’ossatura solida. Il mio addio…”

Il capitano che alzò la Coppa Italia domenica sera tornerà al Marulla con la Virtus Francavilla: “Mi trovo bene, sentirete parlare del nostro allenatore Calabro”.

E’ stato l’unico capitano del Cosenza ad avere alzato una coppa al cielo. Per dirla tutta è stato l’unico capitano di una squadra calabrese ad averlo fatto. Gianluca De Angelis tornerà domenica sera al Marulla con lo status di “ex”, ma riceverà solo applausi. In tutto sono 15 i gol messi a segno con la maglia del Cosenza, alcuni decisivi, ma lasciata la Sila non ha certo smesso di bucare i portieri avversari. Di lui si parla ogni qual volta affronta il Catanzaro: fa sempre centro, quasi come a voler far sorridere anche i suoi vecchi tifosi. “Quando andai via – ha spiegato dalle colonne della Gazzetta del Sud – devo dire che ci rimasi molto male. In fondo al termine della stagione precedente ero stato tra i migliori. Detto ciò non nutro rancori ed ho un ottimo rapporto con i miei ex compagni”. Difende i colori della Virtus Francavilla, che gli ha chiesto semplicemente di fare ciò che gli riesce meglio: andare a segno. “Mi trovo molto bene qui, la società è solida e del tecnico Calabro sentirete parlare certamente in futuro”. Dando un’occhiata al campionato, il bomber di Castellammare ha le idee chiare. “Credo che il Cosenza, insieme a Foggia, Lecce, Matera e Juve Stabia possa giocarsi le proprie carte. Le prime tre in classifica sembrano destinate a spartirsi il podio, ma dovranno prestare attenzione alle loro antagoniste. I Lupi, del resto, possono contare su elementi di esperienza come Tedeschi, Blondett, Caccetta, Cavallaro, Statella e Corsi. Formano una grande squadra da tre anni a questa parte”.

(foto tratta dal sito ufficiale della Virtus Francavilla)

Related posts