Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli, è Oktoberfest

Roselli, è Oktoberfest
Photo Credit To Ivan Turco

Il tecnico dei Lupi oggi compie 59 anni. Inoltre comincia il mese in cui negli ultimi sei anni non ha mai perso. Nel 2015 conquistò 10 punti in sei partite di campionato.

E’ il compleanno di Giogio Roselli. Sono 59 candeline che il tecnico rossoblù spegnerà questa sera in ritiro con la squadra. Ceneranno tutti insieme ed è atteso anche il presidente Guarascio. Del resto l’hombre del partido va celebrato degnamente. In un periodo in cui le torte vanno di moda e trovano ampio spazio su giornali e web (Totti, Berlusconi, Weah sono solo dei recenti esempi), il tecnico del Cosenza è impegnato ad affrontare problemi ben più spigolosi dell’organizzare un party. Domani la sua squadra affronterà la Virtus Francavilla, non certo un formazione di alta classifica, ma da prendere con le molle. Le assenze e le notizie provenienti dall’infermeria non gli facilitano il compito, ma in campo bisogna pur andare.

compleanno-roselliSTATISTICHE PREZIOSE. Ottobre non è soltanto il mese in cui è nato l’allenatore dei Lupi, ma è il mese in cui Roselli non perde da sei anni e dove di solito ottiene bottini considerevoli. L’ultimo ko è datato 31 ottobre 2010: Lecco-Tritium 0-2. Nella successiva esperienza a Pavia, nel 2012, ha sfruttato in pieno il vento spiegando le sue vele nella direzione giusta. In quattro match due vittorie (a Como 2-1 e in casa col Treviso 2-0) e due pareggi (0-0 con Tritium e Carpi). Prima di accomodarsi sulla panchina del San Vito, guarda caso… ad ottobre 2014, è sempre subentrato a campionato in corso. Un anno fa di questi tempi il Cosenza strappava un prezioso 1-1 a Catanzaro e usciva indenne dal Massimino di Catania (0-0) nel recupero della seconda giornata. A seguire il 2-1 in rimonta alla Casertana e il pari a Castellammare di Stabia (1-1). A chiudere il mese l’1-0 al Matera e lo 0-0 di Pagani. Sei partite senza sconfitte e con 10 punti all’attivo che spinsero i rossoblù nelle zone alte della classifica. Nel frattempo, tanti auguri mister! (Antonio Clausi)

Related posts