Tutte 728×90
Tutte 728×90

Marulla ancora senza luce. Il Cosenza si allena a pranzo

Marulla ancora senza luce. Il Cosenza si allena a pranzo

Roselli ha diretto la seduta alla Popilbianco senza poter fare affidamento su tre pedine. Il tecnico in vista di Fondi sta ripensando all’utilizzo del 4-4-2?

Ancora non è stata risolta la questione-elettricità. L’ala del Marulla interessata dalle attività del Cosenza Calcio è isolata e finché il comune non provvederà, la situazione tarderà a sbloccarsi. C’è da sottolineare che Guarascio non ha voglia di firmare l’ormai famosissima convenzione per l’utilizzo del San Vito e le spese correnti pertanto continuano a restare a carico dei cittadini. Tra questi c’è chi si disinteressa totalmente dello sport o chi paga già il biglietto la domenica. Una soluzione va trovata.

Delle contingenze ambientali ne risente ovviamente la squadra, costretta ad allenarsi ad ora di pranzo sul sintetico della Popilbianco. Roselli ha diretto una seduta di natura tattica e non ha  potuto far affidamento su tre pedine. D’Anna (sempre fuori città), Cavallaro e Blondett (entrambi a parte) non faranno parte della spedizione a Fondi. Con la crescita di Filippini e il rientro a pieno regime di Mungo e Baclet, il tecnico umbro ha comunque valide alternative offensive e in mediana. In difesa il posto del centrale genovese sarà preso da Madrigali che giostrerà al fianco di Tedeschi. Sugli esterni Corsi e Pinna, mentre dalla cintola in su non è da escludere qualche accorgimento. Come noto, Mungo è in grado di spostare gli equilibri tattici a secondo della posizione occupata sul prato verde. L’averlo provato sia alle spalle di Gambino nel 4-4-2 che da mezzala destra nel 4-3-3, è segno di come sia sottile il confine tra i due moduli. L’impressione è che Capece prenderà il posto di Ranieri per dare sostanza alla zona nevralgica e che Statella e Criaco continueranno a coadiuvare il bomber dei Lupi nelle manovre d’attacco. Domani si replica: stesso posto, ma alle 11.30. (Antonio Clausi)

Related posts