Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, minaccia e percuote la sua ex: emessa misura cautelare

Cosenza, minaccia e percuote la sua ex: emessa misura cautelare

Un 34enne di Cosenza è stato raggiunto dal divieto di avvicinamento dei luoghi frequentati dalla vittima che ha trovato il coraggio di denunciare i maltrattamenti dopo aver parlato con i poliziotti della Questura di Cosenza.

Nel pomeriggio gli agenti della Questura di Cosenza hanno eseguito una misura cautelare del divieto di avvicinamento nei luoghi frequentati dalla vittima nei confronti di C. A., classe 1982, sospettato di atti persecutori, lesioni personali aggravate e tentata violenza privata.

In particolare, nelle scorse settimane, i poliziotti hanno effettuato diversi interventi, su richiesta di una giovane donna terrorizzata per le continue minacce e percosse ricevute dall’indagato. La giovane donna, dopo aver trovato il coraggio di lasciare l’uomo raggiunto dalla misura cautelare, in seguito a diversi mesi di presunti maltrattamenti e umiliazioni, inizia a subire dallo stesso una serie di presunti atti persecutori che sarebbero iniziati con pressanti e continue telefonate minatorie, pedinamenti, minacce di scenate sul posto di lavoro, di incendi alla propria abitazione e di morte, per poi sfociare in una aggressione fisica che provocava alla giovane donna un trauma cranico e cervicale con prognosi di 15 giorni, interrotta soltanto dall’arrivo degli uomini della Squadra Volante che provocavano la fuga dell’ex compagno.

La donna, avendo avuto modo di parlare con i poliziotti di Cosenza, ha trovato il coraggio di denunciare il suo ex. Le attività investigative, coordinate dal questore Luigi Liguori, trovano un riscontro con il racconto della vittima, che nel frattempo viene assistita da un centro Anti Violenza della Provincia di Cosenza con cui giornalmente la polizia di Sato collabora per creare quel sistema di rete che permette alle donne vittime di violenza di ritrovare la serenità perduta.

Gli uomini della Volante hanno denunciato l’uomo alla procura di Cosenza al quale il gip ha applicato la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima. (a. a.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it