Tutte 728×90
Tutte 728×90

Mari fa dietrofront per «motivi personali». Roggiano, è di nuovo emergenza

Mari fa dietrofront per «motivi personali». Roggiano, è di nuovo emergenza

Clamoroso dietrofront dell’allenatore che era subentrato a Nervino. Per il dopo-Mari il club ha affidato per il momento la panchina al vice Borsarelli ma vaglia la figura giusta.

Clamoroso a Roggiano: Mari non è più l’allenatore gialloverde. Il tecnico, che appena una settimana fa aveva accettato l’incarico dopo l’esonero di Nervino, ha maturato la decisione a margine della gara di domenica con la Luzzese, persa tra le mura amiche per 2-1. Il perché va ricercato nell’analisi tecnica effettuata sull’organico a lui affidato e l’esito, a quanto pare, non è stato incoraggiante. Questa la motivazione che lo ha spinto al dietrofront. Non si è tratta né di un esonero e né di dimissioni perché l’accordo raggiunto non era ancora stato ratificato e messo nero su bianco. Poggiava altresì la sua esistenza su un’intesa tra le parti. Già ieri c’erano state le prime avvisaglie, quando aveva fatto intendere ai vertici della dirigenza le proprie perplessità. Oggi, invece, Mari è passato dallo stadio Termine di Roggiano soltanto per raccogliere i propri effetti personali e salutare i suoi compagni di viaggio.Un viaggio oggettivamente breve.

Contattato telefonicamente, Mari ha confermato tutto aggiungendo che per motivi personali non aveva «la tranquillità necessaria per portare a termine l’incarico». «Auguro alla società –  ha aggiunto ai nostri microfoni – di riuscire a raggiungere gli obiettivi prefissati».

Vincenzo Borsarelli, allenatore in seconda di Mari, è il tecnico a cui è stata per il momento affidata la squadra. Si stanno vagliando diverse figure e nelle prossime ore potrebbero esserci subito delle interessanti novità. (Alessandro Storino)

 

Related posts