Tutte 728×90
Tutte 728×90

Tavecchio, messaggi alla Lega Pro: «Troppi 102 club tra i prof»

Tavecchio, messaggi alla Lega Pro: «Troppi 102 club tra i prof»

Il presidente della FIGC auspica elezioni immediate («non mi intrometto, ma facciano presto») e spiega: «I professionisti devono avere delle caratteristiche chiare».

Secondo Carlo Tavecchio, presidente della FIGC, l’attuale format del calcio professionistico italiano, composto da 20 club di Serie A, 22 di Serie B e 60 di Lega Pro, non va affatto bene. Durante il Forum Sport e Business organizzato da Il Sole 24 Ore e riprese da Repubblica ha spiegato: «Non possiamo permetterci 102 squadre professionistiche. Sono il doppio che in altri Paesi. In questi anni abbiamo sentito tanti discorsi su crescita e sostenibilità, ma non si parla di qualità: è quella che fa crescere il mercato. Serve una specie di rating: se hai stadio, dirigenza, settore giovanile, capacità di indebitamento, incassi a breve compatibili, possibilità di fare mercato e impianto d’illuminazione, puoi giocare in Serie A. Altrimenti vai in un’altra categoria».

E’ chiaro che con i tagli che auspica Tavecchio a pagare sarebbe in primis la Lega Pro che attende ancora di conoscere quale sarà la futura governance e la data delle elezioni. «Il presidente federale ne sta fuori, auspico che si facciano presto le elezioni in Lega Pro, non entro nel merito. Ognuno ha le proprie responsabilità e la Lega Pro è legittimamente rappresentata»

Related posts