Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallanuoto F., Capanna. «A Pescara voglio un Cosenza determinato»

Pallanuoto F., Capanna. «A Pescara voglio un Cosenza determinato»

Il tecnico del Setterosa non ammette un nuovo passo falso. «Serve un successo, ma non faccio drammi. Loro hanno entusiasmo perché sono una neopromossa».

«Siamo determinati, non preoccupati, e vogliamo fare una prestazione importante». Il diktat di Capanna non lascia spazio alle interpretazioni. Il Città di Cosenza, partito per Pescara in anticipo in vista di un match molto importante, sarà chiamato domani a una prova d’orgoglio per archiviare la falsa partenza. Il Pescara è una neopromossa, e porterà in vasca domani tutto l’entusiasmo di chi vuole far bene e un pizzico di sfrontatezza che in alcune gare può fare la differenza. Capanna, partito con 13 atlete, è deciso però a cambiare rotta. «Serve un successo, questo è vero, ma io non faccio drammi. Registro le due sconfitte e sono rammaricato, perché non abbiamo portato in acqua tutto ciò che avevamo preparato e le ragazze non hanno espresso al meglio il buon lavoro svolto nelle ultime settimane. Tutto ciò lascia un po’ di rimpianti, ma mi fa ben sperare perché abbiamo affrontato gli ultimi allenamenti bene, e dobbiamo trasformare il nostro lavoro in giocate. Contro Roma è stato l’atteggiamento a fare la differenza ma abbiamo analizzato tutto con calma e la situazione difficile ci darà ancora più forza nel reagire». Niente drammi ma tanta voglia di trovare il primo successo.

«Io non guardo la classifica, non ritengo che ci siano obiettivi compromessi dopo due partite e non penso al futuro – ha spiegato Capanna – Il mio pensiero è rivolto al Pescara, e credo che ci siano i mezzi per disputare un’ottima gara. E’ chiaro che i risultati contano per chi fa il nostro lavoro, ma il mio compito è dare fiducia e qualità al gruppo e sono convinto che stiamo remando tutti nella stessa direzione».

A Pescara ci sarà una squadra determinata. «Hanno entusiasmo – sottolinea Capanna – perché una neopromossa esulta ad ogni gol come se fosse una finale, ed è giusto che sia così. Io però non faccio differenze fra l’ultima in classifica e la prima, perché lavoro per vincere contro qualunque squadra e per affrontare ogni avversario con la voglia di strappare i tre punti. Questi sono i nostri punti cardine e dobbiamo averli ben saldi in mente». Si vive in un clima sereno e molto carico quindi a Cosenza. Le sconfitte sono state accolte con rammarico ma metabolizzate nella giusta direzione da una squadra che ha lavorato sugli errori per invertire il piccolo trend negativo. La parola passa al campo, e nell’ottica di una crescita sempre maggiore del gruppo, il Città di Cosenza ha organizzato uno stage che vedrà il Messina ospite mercoledì nella piscina di Campagnano. Due saranno gli allenamenti previsti con la forte squadra siciliana che testerà i progressi delle atlete del presidente Manna.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it