Tutte 728×90
Tutte 728×90

Statella lavora in piscina. Il Cosenza spera nel recupero-lampo

Statella lavora in piscina. Il Cosenza spera nel recupero-lampo

Statella è l’unico insostituibile per il gioco di Roselli, non ha ancora alzato bandiera bianca. Domani decisiva la rifinitura: potrebbe essere convocato.

Giuseppe Statella non dovrebbe giocare a Castellammare di Stabia, almeno non dall’inizio. La caviglia sinistra però sta guarendo come sperava il tecnico Roselli e il calciatore potrebbe clamorosamente fare parte della spedizione per la Campania. Il trainer del Cosenza, ad ogni modo, aveva già iniziato a lavorare su possibili accorgimenti: gli stessi delle ultime due giornate di campionato in cui la forte ala rossoblù ha scontato la squalifica inflittagli dal Giudice Sportivo. Colpa di quel rosso rimediato a Fondi per un intervento scomposto.

Statella si è infortunato una settimana fa ad inizio allenamento, quando era appena cominciata l’esercitazione tattica. A seguito di un contrasto fortuito con un compagno si accasciò al suolo dolorante. Soccorso dallo staff medico, abbandonò il sintetico della Popilbianco per sottoposi ai primi accertamenti. Il giorno dopo Roselli spiegò in sala stampa che la radiografia aveva escluso fratture, ma aggiunse che la distorsione era un po’ più complicata di quella che prima del derby di Reggio non fermò Mungo. «Se Peppe non dovesse esserci a Castellammare – commentò laconico – spero sia disponibile per la gara successiva».

L’impressione è che si proverà a tentare l’ennesimo recupero lampo. Del resto Statella, probabilmente l’unico calciatore insostituibile per il gioco di Roselli, è da quattro giorni che si allena in piscina seguendo i dettami del fisioterapista Pino Suriano. Fu lui di recente a rimettere in piedi Arrighini e lo stesso Mungo. L’esterno reggino potrebbe quindi essere convocato e accomodarsi inizialmente in panchina. A gara in corso, poi, chissà cosa riserverà il destino.

Ad oggi sono tre gli atleti di cui il Cosenza non potrà certamente disporre. Si tratta di Pinna che ne avrà fino a febbraio-marzo a causa della rottura dei legamenti crociati, di Ranieri che stringerà i denti in vista della Casertana e di D’Anna atteso in città per la prossima settimana. (Antonio Clausi)

Related posts