Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cassano centra il colpaccio. Super secondo tempo e Cetraro al tappeto 3-1. Il fotoracconto del match

Una doppietta di Sicolo ed un gol di Gallo, ribaltano il vantaggio cetrarese di Iorio. Cassano al secondo posto in classifica, in attesa di domani. Per il Cetraro è crisi: 2° ko di fila e 3° nelle ultime 4.

 

In una partita fortemente condizionata dal vento, lo Young Boys Cassano, nel match valevole per la 7^ giornata del Girone A del campionato di Prima Categoria, sorprende a domicilio il Cetraro e porta a casa tre meritati punti che gli permettono, in attesa della partita del Mirto di domani, di issarsi al secondo posto della graduatoria alle spalle della Rossanese, dimenticando nel migliore dei modi il ko di Crosia. Vittoria storica quella dei cassanesi, visto che, quella odierna, è soltanto la terza sconfitta casalinga in 4 anni per il Cetraro. Squadra per la quale si apre ufficialmente la crisi e che non sembra neanche lontana parente di quella dell’anno scorso. Con quella di oggi sono 2 le sconfitte consecutive (3 nelle ultime 4).

Eppure i bianco-celesti (anche oggi in rosso), partono lla grande. Tre minuti di gioco, discesa sulla sinistra di Iorio, palla in mezzo per Brunetti che però viene anticipato. La difesa cassanese pasticcia e non riesce a rinviare. Sfera che giunge di nuovo a Iorio che di sinistro la mette sotto la traversa. Il gol illude forse i padroni di casa che iniziano a soffrire tremendamente Gallo. Il 9 ospite però, è perfetto soltanto fino alla conclusione, perchè poi, per ben 3 volte, sbaglia in modo anche clamoroso il gol del pari. Ed ecco che quindi il Cetraro, non facendo nulla di trascendentale, può raddoppiare ancora con Iorio che però, a tu per tu con La Banca, svirgola in malo modo.

Tempo che si chiude con il Cetraro in vantaggio ma nella ripresa, rientrano in campo soltanto gli ospiti. Mister De Sanzo suona la carica e butta nella mischia anche Sicolo, non al meglio della condizione. L’ex attaccante dell’Olympic Acri, schierato in mezzo al campo, ci mette due minuti per pareggiare. Dal dischetto, dopo l’ingenuo fallo di Filippo su Rubino, spiazza Greco e rimette i suoi in carreggiata. Poi è ancora il vento a farla da padrone. Il Cassano è più manovriero, ma il Cetraro sembra controllare bene, ma Eolo soffia inesorabile ed in campo c’è tutto tranne che spettacolo. Alla mezz’ora, l’episodio che cambia il match. Punizione dai 30 metri di Sicolo che estrae dal cilindo una traiettoria beffarda che, aiutata proprio dal vento, sorprende un Greco non certo esente da colpe. Il Cetraro è colpito al cuore. I padroni di casa non hanno la forza di reagire e, 5 minuti dopo, gli ospiti chiudono la contesa con Gallo, che approfitta di un disimpegno errato della difesa di casa, si invola verso Greco e lo fa secco con un beffardo colpo sotto. Punto, set e partita. Questo Cassano è squadra vera. (Alessandro Storno)

Related posts