Tutte 728×90
Tutte 728×90

Crolla un muro a Longobucco. Sgomberate delle abitazioni

Crolla un muro a Longobucco. Sgomberate delle abitazioni

Si tratta di uno smottamento che avrebbe interessato il terreno alla base del muro che è quindi franato. L’opera era stata realizzata per proteggere un parcheggio sovrastante

Le forti precipitazioni registrate nei giorni scorsi hanno provocato ieri una frana a Longobucco, con conseguente crollo di un muro di contenimento, determinando una situazione di pericolo per alcune abitazioni. Nella sola serata di giovedì erano caduti nella zona oltre cento millimetri di pioggia. Il fatto è avvenuto in contrada Macrocioli. Si tratta di uno smottamento che avrebbe interessato il terreno alla base del muro che è quindi franato. L’opera era stata realizzata per proteggere un parcheggio sovrastante, già liberato dalle auto dopo che, nei giorni scorsi, erano state notate delle crepe sospette. Nessun danno si è verificato ai danni di persone.

Il sindaco di Longobucco, Luigi Stasi, dopo avere effettuato un sopralluogo nella zona insieme al presidente della Commissione Ambiente del Consiglio regionale, Domenico Bevacqua, ed al responsabile della Protezione civile regionale, Carlo Tansi, ha disposto lo sgombero della case che presentavano una condizione di rischio a causa della frana. Secondo quanto ha riferito al sindaco Stasi il consigliere Bevacqua, il presidente della Regione, Mario Oliverio, ha autorizzato un finanziamento di 50 mila euro per la messa in sicurezza del costone interessato dal crollo.

Related posts