Tutte 728×90
Tutte 728×90

«Cosenza, le sue buche e la manutenzione che non c’è»

Riceviamo e pubblichiamo la denuncia del consigliere comunale de “La Grande Cosenza” Enrico Morcavallo sulla manutenzione nel Comune di Cosenza.

A Cosenza, non è inusuale vedere gli automobilisti improvvisarsi guidatori di rally, alle prese con il manto stradale dissestato e nei casi peggiori, inesistente! Insomma a Cosenza bisogna essere esperti guidatori, altrimenti si rischia di lasciarci, nel migliore dei casi, pneumatico e cerchione..con tutte le spese del caso!!

Infatti, pare che, buche, dissesti, lacerazioni del manto stradale cittadino, oltre che creare un senso di degrado e sciatteria (come accade nelle città post belliche), ormai, sono diventati un serio pericolo per l’incolumità pubblica dei cittadini, tralasciando tutti gli ulteriori risvolti economici, causati dal paventato esborso per riparare i danni causati ai mezzi.

Per non parlare poi dell’assurda ed illogica inadempienza dell’amministrazione comunale di Cosenza, la quale, ben consapevole che, Cosenza non lo è mai stata e non lo sarà mai, una città pedonale e ciclabile (viste le sue ripide pendenze e l’impossibilità di raggiungere specifiche zone della città in bici, o ancor peggio a piedi), invece di investire soldi sull’ammodernamento delle strade cittadine e sulla necessaria manutenzione ordinaria, elargisce denaro sposando superflue ed inutilizzate “piste ciclabili promiscue”, che tra le altre cose, meriterebbero, una accurata e certosina istruttoria, da parte di “esperti”, per capire con quale metodo balistico, un ciclista in movimento, dovrebbe cercare di evitare un fatale scontro con i marcianti pedoni, visto e considerato che, le piste ciclabili, si trovano alloggiate all’interno dell’area pedonale dei marciapiedi, senza alcuna delimitazione (lo scontro è garantito!)

Ma ritornando a parlare di buche e di cattiva manutenzione, proprio con l’arrivo delle piogge autunnali, il rischio per i malcapitati automobilisti, di incorrere in buche o crateri stradali, aumenta notevolmente! Infatti, è provato dai tecnici, che gli agenti atmosferici alterano i materiali di costruzione del manto stradale, nel nostro caso già gravemente compromesso!

Dal punto di vista giuridico, inoltre, l’articolo 14 comma 1, del codice della strada, statuisce che, gli enti proprietari delle strade, devono garantire alla pulizia, alla manutenzione, alla gestione ed alla pertinenza dei servizi. E’ previsto, quindi, un obbligo preciso a che la Pubblica amministrazione si occupi della corretta manutenzione delle strade, e ciò , al fine di garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione, nonché, all’incolumità degli utenti. Tale obbligo di legge, è ripartito in base all’Ente che ha la titolarità sulla specifica strada, quindi per ciò che concerne le strade urbane, la responsabilità è in capo all’amministrazione comunale.

Proprio in ragion di ciò, il Comune di Cosenza, dovrebbe attuare una corretta manutenzione delle strade, anche perché, si eviterebbe un ulteriore dispendio economico per l’Ente comunale ( che di certo non è tra i Comuni più ricchi e fiorenti), cagionato, dagli innumerevoli ricorsi giudiziari, azionati dai malcapitati fruitori, nei confronti del Comune.

Insomma, alla fine, che si tratti di una semplice sostituzione di un pneumatico (costosissimi), oppure di un ingarbugliato e logorante processo in Tribunale, per trarre il tanto agognato risarcimento, chi ne paga le conseguenze economiche, sono sempre e solo i cittadini, che, forse, come unica colpa primordiale da espiare, hanno quella di vivere e lavorare in un Comune di buche!

Enrico Morcavallo (consigliere comunale e capogruppo Grande Cosenza).

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it