Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rappresaglie tra cacciatori, due denunce. L’accusa è incendio boschivo

Rappresaglie tra cacciatori, due denunce. L’accusa è incendio boschivo

Il Corpo forestale dello Stato ha denunciato in stato di libertà due perché ritenuto di aver ordinato di appiccare il fuoco in un contesto di rappresaglie e vendette tra gruppi rivali di cacciatori.

Due persone di Sant’Agata d’Esaro sono state denunciate in stato di libertà dal Corpo forestale dello Stato con l’accusa di essere stati i mandanti di almeno sei degli incendi boschivi verificatisi nella zona nell’estate del 2015. Le indagini che hanno portato alle due denunce erano state avviate dopo l’arresto di un boscaiolo accusato di essere stato l’esecutore materiale degli incendi. Secondo quanto è emerso dall’attività investigativa del Corpo forestale, i due denunciati avrebbero ordinato di appiccare gli incendi in un contesto di rappresaglie e vendette tra gruppi rivali di cacciatori di cinghiali. E questo per concorrere alla distruzione degli habitat di caccia attraverso l’incendio di aree boscate.

Related posts