Tutte 728×90
Tutte 728×90

Capece: «Ci tenevamo a passare il turno, peccato per i gol mancati»

Capece: «Ci tenevamo a passare il turno, peccato per i gol mancati»
Photo Credit To Peppe Carucci

Il centrocampista del Cosenza ha fatto gli straordinari: dopo i 90′ di domenica, altri 120′ a Taranto. «Oggi livello fisico mi sentivo meglio, anche se all’inizio ho sbagliato fin troppo passaggi»

Giorgio Capece è stato uno dei due calciatori rossoblù (l’altro è Corsi, ndr) che dopo i 90’ Castellammare di Stabia è stato costretto a giocare 120’ più i rigori a Taranto. «Ci tenevamo a passare il turno – spiega ai microfoni di Jonica Radio – Questo perché se nel primo tempo aveva fatto qualcosina in più la squadra di casa, nella ripresa e nei supplementari abbiamo maturato più occasioni. Purtroppo non siamo riusciti a concretizzare la grande mole di gioco costruita». Il biondo centrocampista rossoblù è stato costretto a fare gli straordinari. «Oggi livello fisico mi sentivo meglio delle scorse settiimane, anche se all’inizio ho sbagliato fin troppo passaggi. Il gol mancato? Baclet mi ha servito un buon pallone con una sponda, ma la palla è andata fuori di poco, peccato».

Capece non crede che il Cosenza sia specchiato come un cigno dopo i due legni colti da Mungo all’inizio del primo tempo supplementare: «Abbiamo avuto anche altre occasioni – chiude – come ad esempio quella di Cavallaro. Ribadisco che nel secondo tempo e nei supplementari siamo andati molto meglio noi. Purtroppo non siamo riusciti a segnare e quando vai ai rigori, si sa che sono una lotteria».

Related posts