Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli, Taranto brucia ancora: «Mai più mancare di rispetto a tifosi e società»

Roselli, Taranto brucia ancora: «Mai più mancare di rispetto a tifosi e società»

L’allenatore del Cosenza: «Non tollero quel tipo di atteggiamento, se qualche calciatore lo ripeterà con me avrà chiuso. La Casertana? Una squadra di difficile lettura, ma siamo in crescita».

Giorgio Roselli è carico come una molla. Il ko di Taranto non gli è proprio sceso giù per l’atteggiamento mostrato dai suoi uomini allo Iacovone. «La mia squadra può sbagliare tutto, ma non deve avere paura o peccare di superficialità – sentenzia in conferenza stampa -. Durante la gara di Coppa Italia ho avuto l’impressione che non si sia dato tutto e su questo, come sapete, io transigo poco. Sono stato in passato, e sarò sempre in futuro, molto duro: è qualcosa che non si può ripetere neppure in amichevole». Il trainer umbro avverte il Cosenza e visto i toni usati, i calciatori dovrebbero stare bene in guardia. «Se qualche calciatore commetterà ancora questo tipo errore, per me sarà finito. Dobbiamo portare rispetto alla nostra gente e alla società. Loro erano per larga parte con dei ragazzini, noi no».

Roselli, archiviata la parentesi di mercoledì, apre il capitolo Casertana. «E’ un collettivo non è di facile lettura, cambia spesso modulo di gioco. Rispetto ad un anno fa è molto diverso. Ci sono stati due avvicendamenti in società, ma ha mantenuto una buona intelaiatura. Sono particolari, diciamo così. Non segnano molto? Non credo alla cabala: alla fine della stagione non ci sarà neppure uno zero in classifica». Guardando in casa propria, tende a vedere il bicchiere mezzo pieno. «A Castellammare abbiamo giocato forse la migliore gara del campionato. Gli unici problemi sono gli infortuni e ciò che comportano con i conseguenti recuperi: il 90% delle cose va bene. Siamo in crescendo e puntiamo a migliorarci: dobbiamo disputare pertanto partite importanti, perché sappiamo di avere un deficit rispetto agli altri e non possiamo permetterci di esprimerci sottotono». Chiusura dedicata all’atteggiamento che il Cosenza avrà in partita. «Abbiamo qualche situazione che crea dei problemi nella gestione dei 90’ – spiega Roselli – Se partiamo con dei calciatori che andranno sostituiti a prescindere a causa della condizione, non potrò poi gestire i cambi come vorrei».

 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it