Tutte 728×90
Tutte 728×90

Palanca: «Il terremoto mi ha distrutto il negozio. Le mie nipotine erano terrorizzate»

Palanca: «Il terremoto mi ha distrutto il negozio. Le mie nipotine erano terrorizzate»

L’ex simbolo del Catanzaro ha raccontato la sua triste storia dopo il sisma che ha colpito la sua città: Camerino. «Prima conducevamo una vita tranquilla».

C’è anche Massimo Palanca tra le migliaia di persone che hanno perso tutto o quasi dopo i violenti terremoti che hanno messo a dura prova l’Italia centrale. L’ex idolo del Catanzaro, autore di diversi gol contro il Cosenza, davanti alle telecamere del Tg1 non trattiene la commozione e racconta quella che è la sua storia. Una storia comune, una delle tante che potrebbero essere prese ad esempio per descrivere la ferocia della natura.

«E’ un gol che è difficile da realizzare e da digerire – dice Palanca – Quando è arrivata la scossa, quella forte, stavo con le mie nipotine ed ho visto il terrore nel loro viso. Mi ha toccato, mi ha reso impotente». Il momento descritto è quello in cui a Camerino ha perso il negozio di abbigliamento, sepolto dalle macerie. «Stavamo conducendo una vita abbastanza tranquilla, poi questa bestia ci ha messo i bastoni tra le ruote» ha aggiunto l’ex o’rey giallorosso singhiozzando.

«Cosa vorrei? Vorrei un tirare un calcio d’angolo per questo paese e fare gol, sempre!”. Già, i calci d’angolo: la sua specialità. In carriera Palanca segnò 13 volte tirando dalla bandierina.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it