Tutte 728×90
Tutte 728×90

Muore Umberto Veronesi, aveva 90 anni

Muore Umberto Veronesi, aveva 90 anni

Tra pochi giorni avrebbe compiuto 91 anni. Nel 2003 istituì la Fondazione Umberto Veronesi. Fu il primo a battersi per la ricerca contro il cancro al seno. Nel 2005 criticò alcune tossine contenute in particolari alimenti, provocando le ire del movimento slow food.

E’ morto questa sera nella sua casa di Milano l’oncologo Umberto Veronesi: aveva 90 anni. Lascia la moglie e sei figli. Il 28 novembre avrebbe compiuto 91 anni.

Veronesi si è laureato in medicina e chirurgia all’università statale di Milano nel 1952 e dopo alcuni soggiorni all’estero è entrato all’Istituto nazionale dei tumori come volontario, diventandone direttore generale nel 1975. Nel 1965 ha partecipato alla fondazione dell’Associazione italiana ricerca sul cancro (Airc) e ha fondato nel 1982 la scuola europea di oncologia. E’ stato anche socio fondatore dell’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom). Tra i suoi numerosi incarichi, anche quello di presidente dell’Organizzazione europea per la ricerca e la cura del cancro dal 1985 al 1988. Nel 1991 ha fondato, diventandone direttore scientifico, l’Istituto europeo di oncologia (Ieo). Nel 2003 è stata anche istituita la Fondazione Umberto Veronesi. Numerosissimi i suoi studi relativi soprattutto al cancro al seno. 

Il 25 aprile 2000 è stato nominato ministro della Sanità nel secondo governo Amato fino al giugno 2001. Dal 2008 al 2011 è stato senatore del parlamento italiano eletto con il Partito Democratico. Nel 2010 Veronesi è stato poi nominato presidente dell’Agenzia per la sicurezza nucleare italiana, rinunciando all’incarico di senatore.

Nel 1995 promosse la campagna per la depenalizzazione e la legalizzazione delle droghe leggere con l’obiettivo di giungere ad una regolamentazione dei derivati della canapa, principalmente per uso terapeutico. Veronesi si è anche schierato a sostegno della validità degli organismi geneticamente modificati. Nel 2005, durante un convegno pubblico, Veronesi affermò anche che a provocare il cancro più che gli Ogm sarebbero alcune tossine contenute in particolari alimenti, provocando le ire del movimento slow food.

 

Related posts