Tutte 728×90
Tutte 728×90

Guarascio: «Piazza amareggiata da fallimenti passati. Mercato? Interverremo»

Guarascio: «Piazza amareggiata da fallimenti passati. Mercato? Interverremo»

Il presidente Guarascio non è la prima volta che lancia strali verso le passate gestioni per poi elogiare la sua: «Lega Pro dispendiosa, ne salgono soltanto quattro».

Il sito ufficiale del Cosenza ha divulgato delle dichiarazioni del presidente Guarascio che ha rilasciato in varie trasmissioni televisive. «Sono molto contento per la prestazione – ha detto riferendosi alla gara di Lecce – Noi siamo partiti con l’obiettivo di migliorare l’ottimo risultato raggiunto nella scorsa stagione e dopo le prime 13 partite possiamo dire di essere in una posizione ottimale. Certo nelle ultime gare non avevamo fatto benissimo dal punto di vista dei risultati, ma a Lecce sono arrivate delle conferme importanti. Sono fiducioso e soddisfatto dei ragazzi, del mister e di tutta l’area tecnica».

Guarascio poi passa in rassegna le peculiarità dell’azienda-Cosenza da lui gestita, apre al mercato di gennaio come auspicato da più parti e lancia strali verso le amministrazioni precedenti. Non è la prima volta che ciò avviene. «Tutti condividiamo i nostri principi e il nostro modo di fare calcio. La Lega Pro è una categoria molto dispendiosa, con pochi introiti, abbiamo un’ottima squadra, ma se, confrontandoci con l’area tecnica, dovessimo capire di avere delle necessità in alcuni reparti interverremo e faremo ulteriori sforzi. I nostri obiettivi sono alla portata, si dice che i cavalli di razza si vedono alla distanza e nel girone di ritorno si capirà chi potrà arrivare fino in fondo. Io credo che potremo farcela, magari rafforzando qualche reparto. Gli aspetti economico-finanziari sono alla base di un progetto vincente. La piazza è amareggiata dai fallimenti passati e ha grandi ambizioni. Noi stiamo avvicinando sponsor importanti, aziende che credono in noi e ci supportano. Il resto lo farà la mentalità vincente. Spesso non è chi spende di più che vince, ma chi ha la migliore organizzazione. Bisogna ricordarsi che delle sessanta squadre della Lega Pro ne salgono soltanto quattro, bisogna avere la mentalità giusta per vincere».

Related posts