Tutte 728×90
Tutte 728×90

Sanità: Cosenza, dal 25 ottobre eseguiti 4 trapianti di rene

Sanità: Cosenza, dal 25 ottobre eseguiti 4 trapianti di rene

Il direttore generale dell’Azienda ospedaliera: «Sono delle attività che siamo impegnati a sostenere. Sarebbe auspicabile un incremento della fase di sensibilizzazione».

Dal 25 ottobre ad oggi sono quattro i trapianti di rene effettuati nel Centro trapianti dell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza. Lo riferisce un comunicato dell’Azienda ospedaliera. «Nella notte tra il 15 e il 16 novembre – è detto nel comunicato – è stato effettuato un trapianto da donatore cadavere su un paziente di 54 anni affetto da insufficienza renale e in trattamento dialitico da circa 10 anni. Il paziente è sveglio, cosciente, collaborativo ed è ripresa la diuresi. I precedenti due trapianti hanno riguardato due trentenni, in dialisi da almeno cinque anni. Le due giovani, dimesse dal Centro Trapianti di Cosenza, sono rientrate nel proprio domicilio e hanno riacquistato una qualità di vita contrassegnata da autonomia e indipendenza. Del terzo trapianto, effettuato circa una settimana addietro, ha beneficiato un uomo di 40 anni in via di dimissione».

«L’attività trapiantologica – riporta ancora il comunicato – viene assicurata dalla fattiva collaborazione dei medici della Chirurgia Epato-Bilio-Pancreatica (Sebastiano Vaccarisi e Vincenzo Pellegrino), dell’Urologia (Massimiliano Battaglia), della Nefrologia, Dialisi e Trapianto di Rene, diretta da Renzo Bonofiglio e della Anestesia e Rianimazione, diretta da Ripalta Diterlizzi. Negli ultimi tempi, la generosità e l’altruismo dei familiari dei donatori hanno permesso a quattro persone e alle loro famiglie di riprendere una vita normale. Sarebbe auspicabile un incremento della fase di sensibilizzazione della cittadinanza, al fine di poter dare una speranza ai numerosi pazienti che infoltiscono le liste d’attesa. Il gesto di donare è in assoluto un “gesto d’amore” che permette di incidere in maniera significativa, nei confronti del prossimo a cui si offre la possibilità di una vita normale, libero dalla dialisi».

«Stiamo lavorando con tanto impegno – ha detto il direttore della struttura complessa di Nefrologia, dialisi e trapianti, Bonofiglio – perché vorremmo offrire un’opportunità a tutti i pazienti in lista d’attesa». «Siamo molto soddisfatti – afferma il direttore generale dell’Azienda, Achille Gentile – del lavoro che l’equipe dell’ospedale cosentino ha realizzato sino ad oggi e che continua a svolgere con grande professionalità. Quella dei trapianti è un’attività che vogliamo curare in modo particolare».

 

Related posts