Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli vuole un Cosenza perfetto: «Dobbiamo tornare alla vittoria»

Roselli vuole un Cosenza perfetto: «Dobbiamo tornare alla vittoria»

L’allenatore in conferenza stampa ribadisce che le ultime prestazioni dei Lupi, al cospetto dei risultati negativi, sono state buone e chiede ai suoi giocatori di commettere meno errori possibili contro il Monopoli. «E’ una squadra arcigna, in trasferta ottiene sempre punti». Sulla formazione aggiunge: «Capece al posto di Caccetta. Corsi? Può fare anche l’esterno alto». 

Il pari contro il Lecce ha rinfrancato un po’ tutto l’ambiente del Cosenza che domani al “San Vito-Marulla” contro il Monopoli si aspetta di ritornare alla vittoria.

Giorgio Roselli, nella breve conferenza stampa tenutasi nel tardo pomeriggio nella sala stampa dello stadio cosentino, ha ribadito che il Cosenza nell’ultimo periodo è stato condannato solo dai risultati ma che le prestazioni sono state buone anche quando sono giunte le sconfitte. Gli esempi citati dal tecnico dei Lupi sono i ko contro la Juve Stabia e la Casertana: «In queste due circostanze abbiamo giocato ottime partite e contro il Lecce siamo riusciti a dare continuità alle nostre prestazioni, interrompendo la striscia negativa». Domani, tuttavia, la musica deve per forza di cose cambiare. Certo, rispetto per il Monopoli ma il Cosenza è obbligato a centrare i tre punti. Non conteranno neanche gli alibi delle assenze – quelle di Pinna e dello squalificato Caccetta – perché grazie all’eccellente lavoro dello staff medico alcuni giocatori sono ritornati a disposizione di Roselli che dovrà valutare chi far scendere in campo dal primo minuto. 

«Non sarebbe male ritornare alla vittoria dopo un periodo negativo di risultati» ha detto Roselli. «Noi dobbiamo lavorare per la vittoria, facendo la partita senza commettere errori o quantomeno farne meno degli avversari». I dubbi di formazione, sostanzialmente, sono due. «Corsi è un jolly che ha dimostrato di adattarsi bene sia al ruolo di terzino sia di esterno alto. E’ probabile che Capece prenda il posto di Caccetta, ma per nove undicesimi ho scelto chi mandare in campo». Roselli infatti ritiene che «non è questione di mettersi in mostra durante la settimana, sono scelte che l’allenatore fa dopo aver valutato tante cose: dal modo di stare in campo alle qualità dei singoli. Per me sono tutti uguali, chi sta in panchina è preso in considerazione come chi gioca dal primo minuto».

Capitolo Monopoli: è una squadra che corre tanto e dispone di alcuni giocatori di categoria che possono far male ai Lupi. Con i pugliesi gioca anche il centrocampista Domenico Franco, originario di Castrovillari e figlio d’arte. Suo padre, Giovanni, è stato uno dei più forti attaccanti della serie D negli anni ’90.

«Sarà una partita molto difficile, il Monopoli in trasferta ha uno score molto positivo. Mi aspetto una gara maschia ma abbiamo l’obbligo di fare una grande partita».

Related posts