Tutte 728×90
Tutte 728×90

A Siracusa non sarà una passeggiata. Gli aretusei non perdono in casa da due mesi

A Siracusa non sarà una passeggiata. Gli aretusei non perdono in casa da due mesi

Anche il Matera ha perso al De Simone contro una squadra che in casa ha visto vincere soltanto Lecce e Foggia. Sottil pensa al cambio modulo: dal 3-4-3 al 4-2-3-1?

Confermare anche in trasferta che si è sulla buona strada. A Siracusa però, non sarà per nulla facile per il Cosenza. La squadra di Sottil infatti è invischiata nelle zone basse della classifica e con 14 punti occupa il 12° posto in classifica insieme a Messina, Paganese e Vibonese. In casa, dopo un inizio negativo con 2 ko in 3 incontri, i siciliani non perdono ormai da 2 mesi. In questa stagione solo Foggia e Lecce sono riuscite a passare al De Simone ed anche il Matera ha trovato semaforo rosso. Quindi incontro da prendere con le pinze per gli uomini di Roselli. Il Siracusa è una squadre neopromossa. Finora i leoni hanno sofferto soprattutto in difesa, visto che con 20 gol subiti sono al quarto posto tra le difese più battute: peggio hanno fatto soltanto Catanzaro, Melfi e Reggina. In avanti la situazione non è certo buonissima, visto le 14 reti segnate in 14 incontri e la mancanza di un vero e proprio bomber al quale affidarsi. Tant’è che i migliori marcatorei della squadra sono l’ex di turno Lele Catania con 6 centri e l’esterno Nicola Valente che ha segnato 3 gol. Il simbolo della squadra è ovviamente Davide Baiocco. L’ex centrocampista della Juventus, ormai 41enne, è il capitano della squadra ed in Sicilia ha trovato negli ultimi 3 campionati (uno all’Akragas e 2 al Siracusa con quello attuale), una seconda giovinezza. Per quel che riguarda la formazione Sottil, ha proprio in Baiocco il punto interrogativo più grande. La sua contemporanea assenza, sommata a quella di Longoni (stiramento) lo hanno indotto a pensare ad un nuovo assetto: il 4-2-3-1 che prenderebbe il posto del 3-4-3. Probabile che il tecnico dia una chance a Cassini e a Brumat sull ’out di destra. Gli altri due ex Cosenza Giordano e Spinelli agirebbero da diga in mediana. Completerebbero il quadro Catania e Valente a supporto del terminale offensiva Scardina. (Alessandro Storino)

SIRACUSA (4-2-3-1): Santurro; Brumat, Pirelli, Turati, Dentice; Spinelli Giordano; Cassini, Catania, Valente; Scardina. A disp.: Gagliardini, Dezai, De Respinis, Di Dio, Baiocco, Palermo, Degrassi, Talamo, Toscano. All.: Sottil

Related posts