Tutte 728×90
Tutte 728×90

Mirto Crosia-Cetraro, ospiti aggrediti dopo il gol del pari. Il comunicato del club tirrenico

Mirto Crosia-Cetraro, ospiti aggrediti dopo il gol del pari. Il comunicato del club tirrenico

Riceviamo e pubblichiamo

“In tanti anni di calcio nei quali il Cetraro, prima A.C. ed ora F.C., è stato impegnato in tutti i campi della Calabria dalla Terza Categoria alla Promozione, mai c’era capitata una vile e codarda aggressione come quella perpetrata oggi da una parte di dirigenti e pubblico di Mirto Crosia, fatto entrare non si sa da chi nel terreno di gioco dopo il triplice fischio. Una partita bella, maschia, tirata e combattuta, si è trasformata in un massacro dopo il fischio finale. Una macelleria a cielo aperto con un orda di esagitati che ha travolto I nostri calciatori che sono stati malmenati ed assediati negli spogliatoi fino all’arrivo delle forze dell’ordine che solo alle 17,30 (un’ora ed un quarto dopo la fine della gara), hanno messo fine ad un vero e proprio incubo. Mai ci saremmo aspettati una reazione simile solo per la delusione di aver subito un gol al 95′. L’amarezza ci pervade e ci fa porre tante domande. Ma ne vale veramente la pena? Tante mamme ci affidano i loro figli poco più o poco meno che maggiorenni. Se fosse successo l’irreparabile a quel punto chi e come glielo avremmo potuto spiegare? C’è mancato veramente poco. Ne ha fatto le spese il nostro difensore Giuseppe Condino (nella foto) che ha subìto la frattura del setto nasale. Poteva andare peggio. Molto peggio. E ringraziamo gli altri dirigenti del Mirto che insieme ai calciatori si sono prodigati affinchè si potesse salvare il salvabile. Siamo delusi. Questo non è calcio. Questo non è sport”.

Ufficio stampa Asd Cetraro F.C.

Related posts