Tutte 728×90
Tutte 728×90

Scardina punisce un Cosenza spento. A Siracusa è 1-0

Scardina punisce un Cosenza spento. A Siracusa è 1-0

Il centravanti aretuseo trova il gol vittoria al 18′ della ripresa con un colpo di testa. Rossoblù poco reattivi e incapaci di orchestrare una risposta dopo lo svantaggio.

Prestazione incolore da parte del Cosenza che a Siracusa perde per 1-0. Merito dei padroni di casa, abili a non prestare il fianco ai silani e a colpire nella ripresa con Scardina. Squadra che vince non si cambia, al massimo si migliora. Questo sarà stato il pensiero di Giorgio Roselli al momento di consegnare all’arbitro la distinta della formazione titolare. Rispetto a sette giorni fa nessuna novità, se non quella di Caccetta (al rientro dalla squalifica) al posto di Capece. Per il resto ancora fiducia a Gambino in attacco e all’esperienza di D’Anna e Scalise in difesa. Sottil invece opta per un Siracusa con una pelle diversa e si affida al 4-2-3-1 dove Scardina è il terminale offensiva, ad ogni modo ben supportato da Vicente e Catania.
Il primo tempo è a tinte biancazzurre che almeno in tre occasioni sfiorano il vantaggio. Clamorose quelle con Cassini e Catania. Nella prima Perina è strepitoso a dire di no volando come un gatto. Nella seconda Catania si ricorda di essere un ex e infiocchetta un regalo alla sua vecchia squadra dilapidando una rete già fatta. Il Siracusa fa la partita, con il Cosenza che si esprime in ripartenza come suo solito. Da mangiarsi le mani l’errore di Mungo al 16’.
Nella ripresa Roselli passa al 4-3-3, ma il risultato è lo stesso. I siciliani fanno la partita con un Valente indemoniato. Il vantaggio è meritato ed è merito di Scardina che con una zuccata trova il primo gol stagionale su azione di corner. A nulla servono al Cosenza gli ingressi di Cavallaro, Baclet e Criaco: è nefasta la prima trasferta sull’Isola.
CRONACA.
1′ Partiti. Batte il Cosenza.
2′ Subito errore della retroguardia rossoblù, per poco Scardina non ne approfittava.
3′ Punizione di Valente dopo un fallaccio di Blondett. Spinelli di testa non è preciso.
6′ Siracusa pericolosissimo. Valente scodella in mezzo un’altra punizione, Pirrello solo a centro area grazia Perina.
9′ Valente cerca di andare via a D’Anna che lo ferma con gioco falloso: giallo.
14′ Cross di Filippini, debole il colpo di testa di Gambino.
15′ Ancora Valente scodella da sinistro un traversone teso. La zuccata di Scardina, contrastato da Blondett termina fuori.
16′ Cosenza ad un passo del gol. Caccetta mette Mungo davanti a Santurro che non si fa superare e nega il gol al fantasista rossoblù.
20′ Valente si mangia un gol fatto. Giordano crossa e l’ala aretusea si ritrova in area il pallone sul sinistro. Indisturbato, calcia alle stelle da due passi.
29′ Va di lusso al Cosenza. Valente rientra sul destro e calcia dal vertice sinistro. D’Anna fa fallo di mano in area di rigore, ma l’arbitro dà vantaggio perché la sfera nei pressi del dischetto mette Cassini nelle condizioni di fare gol. A quel punto Perina dimostra di valere tutti e tre gli anni di contratto appena firmati.
34′ Ancora Siracusa. Giordano cicca un tiro dalla distanza, ma Catania si ritrova da solo davanti a Perina. L’errore del fantasista è un regalo che impacchetta alla sua ex squadra.
45′ Squadre negli spogliatoi senza recupero.
SECONDO TEMPO
1′ Squadre in campo con gli stessi undici del primo tempo. Roselli arretra Mungo e alza gli esterni: è 4-3-3.
3′ Episodio più che dubbio. Filippini elude il fuorigioco e si invola verso la porta, Dentice però lo ferma secondo l’arbitro in modo regolare. Proteste da parte rossoblù.
10′ Gambino riceve in area un suggerimento di Mungo e fa gol, ma l’urlo è strozzato in gola: fuorigioco.
15′ Dentro Cavallaro al posto di Filippini. Statella gli lascia la corsia sinistra e passa a destra.
17′ Velleitario colpo di testa di Scardina su imbucata di Valente.
18′ Siracusa in vantaggio. Angolo tagliato di Valente, Tedeschi si perde Scardina che stavolta incorna bene: 1-0
20′ Dentro Baclet per Mungo: è 4-2-4
29′ Valente fa ciò che vuole e serve Cassini a centro area. Il suo sinistro però va in curva.
30′ Dentro Criaco per Ranieri: Cosenza con calciatori estremamente offensivi.
33′ Primo cambio per il Siracusa: entra Palermo al posto di Scardina.
36′ Entra Dezai per Cassini.
45′ Concessi 4′ di recupero.
45’+4 Squadre negli spogliatoi. Vince il Siracusa.

 

Il tabellino:
SIRACUSA (4-2-3-1): Santurro; Brumat, Pirrello, Turati, Dentice; Spinelli Giordano; Cassini (36′ st Dezai), Catania, Valente; Scardina (33′ st Palermo). A disp.: Gagliardini, Filosa, Baiocco, Diakitè, De Respinis, Di Dio, De Vita, Talamo, Degrassi, Toscano. All.: Sottil
COSENZA (4-4-2): Perina; D’Anna, Tedeschi, Blondett, Scalise; Filippini (15′ st Cavallaro), Ranieri (30′ st Criaco), Caccetta, Statella; Mungo (20′ st Baclet), Gambino. A disp.: Saracco, Corsi, Capece, Criaco, Meroni, Appiah, Baclet, Madrigali. All.: Roselli
ARBITRO: Andreini di Forlì
MARCATORI: 18′ st Scardina (S)
NOTE: Spettatori circa 1500 con rappresentanza ospite. Espulsi: -; Ammoniti: D’Anna (C), Scalise (C); Angoli: 4-0 per il Siracusa; Recupero: 0′ pt – 4′ st

Related posts