Prima Categoria

Aita cuore orange: “A Mendicino fino a 40 anni e che ricordi gli anni col Rende di Mirabelli”

Il capitano della squadra cosentina: “Qui un gruppo di amici. Spero di giocare con questa maglia ancora per tanti anni. Quest’anno vogliamo salvarci”. E poi sulla sua carriera: “L’esperienza di Rende indimenticabile”.

 

Sono da 5 anni qui e mi sento bene”. Sorridente, sincero e sicuro. Queste sono le tre S che dipingono il profilo di Emiliano Aita, esperto capitano dell’Asd Pol. Mendicino arrivato alla quinta stagione in maglia orange dopo aver girovagato per i campi calabresi con diverse maglie. Rende e Rossanese di sicuro le più importanti ma anche Luzzese, San Fili, Aprigliano, Fuscaldo, Zumpano sono state tappe fondamentali per la carriera del difensore cosentino.

“Rende è la società che più mi è rimasta nel cuore. Quei 2 anni, coronati con la vittoria del campionato di Eccellenze e Serie D, sono stati fondamentali per la mia crescita. Ascoltare e seguire i consigli di Alessandro Caridi, Vittorio Perrotta, Brunello Trocini e Michele Napoli è stato sicuramente formativo così come imparare le strategie tattiche di Mister Franco Giugno, grande conoscitore di calcio calabrese”. Oltre alle vittorie, Aita degli anni in biancorosso ricorda anche aneddoti e siparietti simpatici. “I ricordi più divertenti sono legati sicuramente ai ritiri a Villaggio Palumbo – racconta Aita – dove sotto l’occhio vigile del prof Michele Bruni e del dg Massimiliano Mirabelli (ora al Milan ) ci divertivamo con scherzi e risate. Tra i tanti aneddoti ricordo il peperoncino sullo spazzolino, i calzini bucati e i lacci intrecciati (dove passavi le ora per scioglierli ) tutta opera di Ugo Napolitano, allora perno difensivo del Rende,  che poi però ci portava le merendine in stanza di nascosto dal mister e dava consigli a noi più giovani su come comportarci in campo e soprattutto fuori”.

Dopo quattro campionati vinti, l’ultimo proprio lo scorso anno nella finale Playoff  con l’attuale maglia numero 5,  il presente e forse anche il futuro di Aita adesso si chiama Mendicino. “Questo è un meraviglioso gruppo guidato dal presidente Lioi, dal ds Dodaro e dall’amico prima di tutto e poi allenatore Attilio Ghionna. La nostra forza è il collettivo e l’amicizia che ci lega anche fuori il rettangolo di gioco; credo molto in questo progetto e quotidianamente cerco di insegnare nel mio piccolo e di dare consigli ai più giovani cercando di far capire loro che solo attraverso il lavoro e i sacrifici si possono raggiungere risultati importanti”.

Traguardi importanti ma anche molto difficili, come la salvezza nel duro girone B di Prima Categoria. “Dopo un inizio difficile, ci stiamo riprendendo ma ancora c’è molto da fare per raggiungere il nostro obiettivo cioè la salvezza. Non sarà facile ma siamo pronti a giocarcela con tutti”. Alla soglia dei trentadue anni e con tanta voglia ancora di giocare, Aita si ritiene soddisfatto di ciò che il calcio fin’ora gli ha dato. “Ad oggi posso dire di essere soddisfatto della mia umile carriera e non ho assolutamente voglia di smettere, anzi se posso giocherò fino a 40 anni perché finché ci sarà la passione e la gioia di scendere in campo, di certo non mi fermerò”. (Stefano Dodaro)

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina