Tutte 728×90
Tutte 728×90

Morrone, poker e vetta solitaria

Morrone, poker e vetta solitaria

I garanata hanno vinto 4-0 sul campo della Magna Grecia staccando così i rivali del Fuscaldo, fermato dal Diamante sul risultato di parità. 

Settima giornata del campionato di Seconda Categoria, a Rende la Magna Grecia ospita la Morrone. Terreno di gioco provato dalle piogge degli ultimi giorni, padroni di casa affamati di punti: il tutto sembra presagire un pomeriggio difficile per i granata. Ed in effetti l’inizio di gara è molto equilibrato, Bugliari va vicino al gol di testa su cross di Spadafora, provvidenziale Petrasso a salvare, ma poi due buone trame offensive per la squadra di mister Vivacqua ispirate da Filice, che tuttavia non impensieriscono Cosimo.

Al 20′ è il solito bomber Oliveto (al decimo centro in sole 7 gare) a sbloccare il match: Corrao lancia Spadafora sulla destra, il numero 9 serve Oliveto in area che con il suo sinistro è chirurgico, palla all’angolino e 1-0 per la Morrone. Alla mezz’ora Volpintesta deve uscire per infortunio, al suo posto entra Filippo Ruffolo, all’esordio in campionato dopo un problema che lo ha tenuto fermo per due mesi. È proprio lui a raddoppiare 5 minuti dopo in mischia sugli sviluppi di un corner. Passano solo due minuti e Spadafora da fuori area inventa un destro letale per Petrasso, 3-0 e gara in ghiaccio.

Si va alla ripresa e al decimo minuto Spadafora si invola sulla destra, salta due avversari e la mette dentro per Bugliari, tap in facile facile e 4-0. Ottima reazione d’orgoglio della Magna Grecia che più volte va vicino al gol della bandiera ed è sicuramente la squadra che più c’è andata vicino in queste 7 gare in cui, ricordiamo, la Morrone non ha ancora subito gol. I minuti di imbattibilità ormai sono 630.

A completare la giornata di gloria per la Morrone, la notizia a fine gara del pareggio del Fuscaldo a Diamante, ora i granata sono in testa da soli a 21 punti con i tirrenici che inseguono a 19 (clicca qui per vedere risultati e classifiche). Da segnalare le ottime prove tra gli ospiti del difensore Marco Vinti e del centrocampista classe 96 Francesco Ruffolo.

Related posts