Tutte 728×90
Tutte 728×90

“Doomsday 2”, annullata l’ordinanza cautelare di Cosimo Bevilacqua

“Doomsday 2”, annullata l’ordinanza cautelare di Cosimo Bevilacqua

Il Tribunale della libertà ha accolto la richiesta dell’avvocato Antonio Sanvito, di fatto scarcerando l’indagato. Lo stesso resta in cella per scontare un altro reato.

Il Tribunale della libertà oggi si è espresso anche su altre posizioni finite nell’operazione “Doomsday 2” ordinata dalla Dda di Catanzaro che ha riguardato presunti esponenti della cosca Rango-Zingari. Il riesame ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare di Cosimo Bevilacqua, ritenuto dai magistrati antimafia del capoluogo il reggente del presunto clan all’indomani degli arresti di Maurizio Rango e Franco Bruzzese, attualmente collaboratore di giustizia. L’avvocato Antonio Sanvito, difensore di Cosimo Bevilacqua, nella richiesta di scarcerazione aveva sostenuto che fosse insussistente la misura cautelare poiché il suo assistito aveva già scontato la pena di 10 mesi per associazione mafiosa, reato che la Dda gli ha contestato e per il quale il Gip distrettuale Tiziana Macrì aveva emesso un’ordinanza di custodia cautelare nei suoi confronti. Cosimo Bevilacqua resta comunque in cella per scontare un altro reato.

Confermata invece la misura cautelare a Gianluca Barone (difeso dall’avvocato Antonio Sanvito), accusato di associazione per delinquere dedita al narcotraffico. In questo caso il Tdl ha seguito la linea giuridica dettata dal gip a seguito della richiesta di arresto avanzata dalla Dda coordinata dal procuratore capo Nicola Gratteri. (Antonio Alizzi) 

 

Related posts