Tutte 728×90
Tutte 728×90

L’abbreviato di “Rango-zingari” davanti alla Corte d’Assise d’Appello

L’abbreviato di “Rango-zingari” davanti alla Corte d’Assise d’Appello

Sarà la Corte d’Assise d’Appello a giudicare gli imputati coinvolti in “Nuova Famiglia-Doomsday” che hanno scelto di farsi giudicare col rito abbreviato. L’omicidio di Luca Bruni, contestato al presunto boss Maurizio Rango, assorbe gli altri reati finiti nelle due ordinanza di custodia cautelare firmate dalla sezione gip del tribunale di Catanzaro.

Il tempo di far partire l’operazione “Doomsday 2” che la Dda di Catanzaro pochi giorni fa ha trasmesso gli atti alla Corte d’Appello di Catanzaro per il processo di secondo grado contro la presunta cosca “Rango-zingari” raggiunta da due ordinanza di custodia cautelare, “Nuova Famiglia” e “Doomsday”, che hanno inferto un duro colpo alla criminalità organizzata cosentina.

Il processo di primo grado col rito abbreviato è terminato nel mese di aprile, quando il gup Distrettuale del tribunale di Catanzaro Tiziana Macrì ha inflitto durissime condanne nonostante le richieste del pubblico ministero antimafia Pierpaolo Bruni non fossero state accolte in toto, ad eccezione del presunto capo società Maurizio Rango colpevole di tanti reati tra cui quello dell’omicidio di Luca Bruni, per il quale è stato condannato all’ergastolo. 

Proprio la “presenza” del delitto di sangue mafioso porterà l’Appello del rito abbreviato in Corte d’Assise d’Appello di Catanzaro. Infatti l’omicidio dell’ultimo boss dei “Bella bella” assorbe gli altri reati ascritti agli oltre trenta imputati condannati chi per associazione mafiosa, chi per narcotraffico, chi per reati fine aggravati dall’articolo sette.

Tuttavia la data dell’inizio del processo d’Appello non è stata ancora fissata. Intanto il rito ordinario di “Nuova Famiglia-Doomsday” prosegue il suo percorso presso il tribunale di Cosenza, dove a giudizio ci sono Franco Bruzzese e Daniele Lamanna attualmente collaboratori di giustizia. (Antonio Alizzi)

Related posts