Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cetraro is back. Super prestazione e tris alla Rossanese (3-0). Il fotoracconto del match

Doppietta del giovane Siciliano e sigillo finale di Pizzini per un 3-0 che rilancia il Cetraro. Per la Rossanese è notte fonda. Gli ionici sbagliano anche un calcio di rigore.

 

Nella giornata più importante e nel giorno più atteso, il Cetraro risponde presente. I biancocelesti si mettono forse definitivamente alle spalle, una prima parte di stagione non certo esaltante e mettono al tappeto una Rossanese troppo brutta per essere vera che regala ai padroni di casa un tempo e che poi, quando reagisce, non ha la forza di fare male all’avversario, bravo e fortunato a mantenere la porta inviolata. Per gli elefantini solo 4 punti raccolti nelle ultime 5 gare e crisi ufficialmente in atto.

Giornata che inizia con il Cetraro che premia prima del fischio d’inizio con una maglia ricordo l’ex  Francesco Lo Feudo, in biancoceleste nella stagione 2010/2011 in Promozione. Pronti via e la Rossanese perde  subito il nuovo acquisto Brillante. Il 9 ospite deve lasciare il posto a Di Masi. Al contrario il Cetraro, è subito pimpante grazie al 4-3-1-2 con il quale mister Galliano veste la squadra. Tutto passa dai piedi di un ritrovato Pizzini, finalmente quasi al top dopo il lungo infortunio. Il 10 tirrenico costruisce magie ogni volta che prende palla ed il Cetraro è subito pericoloso per ben due volte prima con Ramunno, che non arriva per pochi centimetri all’appuntamento con il gol, e poi con Iunti che da ottima posizione calcia alto di sinistro. Alla terza occasione però i padroni di casa passano. Al 19′, discesa di Lanza sulla destra che, dalla trequarti la mette in mezzo dove, tra i due centrali ospiti, c’è Siciliano che tutto solo la gira al volo sotto l’incrocio dei pali con una spettacolare sforbiciata. Un gol da cineteca per il giovanissimo attaccante under. Ma non è finita qui perchè sempre Siciliano potrebbe raddoppiare pochi minuti dopo, quando su imbeccata di Pizzini, non trova la porta tutto solo da pochi metri. I padroni di casa sono una furia e Ramunno sfiora l’incrocio con una punizione a giro, prima che Scarlato salvi la sua porta prima su tiro di Iunti e poi su un’altra sforbiciata di Siciliano. E la Rossanese? Per una sola volta gli ospiti superano la metà campo ma La Torre è attento sul tiro potente di Rizzuti. Al 43′ il Cetraro raddoppia. Errore in uscite dei centrali difensivi ospiti, Stamato ruba e serve subito Siciliano che dal limite dell’area la mette sul palo con un bel diagonale destro. Due a zero e tutti negli spogliatoi.

Nella ripresa rientra in campo tutta un’altra Rossanese. Mister Triolo, oggi squalificato, striglia per bene i suoi che iniziano a giocare. Dopo due minuti però è clamoroso l’errore di Forte che tutto solo con la porta completamente spalancata ed a due metri dalla linea, sceglie un imbrobabile colpo di tacco ciccando completamente la palla su cross di Rizzuti dalla destra. Il gol fallito non abbatte però gli ospiti che attaccano a capofitto lasciando il contropiede al Cetraro. Entra anche Sifonetti che si piazza in mezzo al campo a dirigere le operazioni. Al 22′ cross dalla sinistra per Federico che viene contrastato in area. Per l’arbitro Gervasi è rigore. Dal dischetto va proprio lo specialista Sifonetti che però si fa ipnotizzare da un grandissimo La Torre che con un tuffo alla sua sinistra, riesce a respingere il tiro. Questa volta l’errore abbatte gli ospiti che pur avendo supremazia territoriale, sbagliano sempre le conclusioni o l’ultimo passaggio. Ci provano con scarsa fortuna ancora Rizzuti ed ancora Forte. Il Cetraro si difende con il cuore e si poggia su Ramunno e Pizzini che quando hanno palla fanno sempre qualcosa si utile per la squadra. La Rossanese non ne ha più e tira i remi in barca, il Cetraro invece, nell’ultima azione del match, trova il tris con Pizzini che, su calcio di punizione, completa una giornata, la 12^ di questo campionato di Prima Categoria Girone A, certamente da incorniciare. Cetraro is back. (Alessandro Storino)

 

Related posts