Serie C

Il Matera prende a pallonate il Lecce. Tabellini e voti della 16° giornata di Lega Pro/C

Juve Stabia di nuovo in vetta con i salentini. Il Foggia non va oltre il pareggio a Reggio Calabria. Vincono Monopoli e Andria, il Fondi va ko.

La giornata numero 16 non ha segnato la fuga del Lecce, ma un crollo totale dei giallorossi. Il Matera ha passeggiato al Via del Mare, prendendo letteralmente a pallonate la formazione di Padalino che in sala stampa ha poi fatto mea culpa. Il blitz dei lucani porta la firma di Negro, Armellino e Strambelli. I tre hanno anche permesso alla Juve Stabia, che nel frattempo ha battuto un coriaceo Francavilla con una prodezza di Mastalli, di riportarsi in vetta e di affiancare i salentini. Proprio il Matera e la Juve Stabia dovranno recuperare una gara: si partirà dal 38′ e dall’1-1. Il Foggia non è andato oltre il pari a Reggio Calabria. Passato in vantaggio con Sicurella, è stato un autogol di Angelo a riequilibrare il match. Inutili gli assalti dei pugliesi. Il ko del Cosenza con il Catania al Marulla (a Baclet hanno risposto Bergamelli e Mazzarani) ha permesso al Monopoli di riavvicinarsi al quinto posto. E’ stato il bomber Montini a piegare il Taranto. L’Andria ha sbancato in rimonta il campo del Fondi. Fissore ha illuso i laziali, poi Cianci dal dischetto e Valotti hanno firmato la vittoria esterna. All’Akragas basta Salvemini per avere la meglio, a domicilio, di una Casertana sotto tono, mentre il Siracusa centra il suo secondo successo consecutivo. Vicente segna e il Catanzaro perde. Chiudono il quadro Melfi-Messina 3-0 (doppio Foggia e De Vena) e lo 0-0 di Vibonese-Paganese. Ecco tutti i tabellini. (Antonello Greco)

LECCE-MATERA 0-3
LECCE (4-3-3)
: Gomis 4.5; Vitofrancesco 5, Drudi 4.5, Giosa 5, Contessa 5; Lepore 5, Arrigoni 4.5 (1’ st Tsonev 6), Mancosu 5; Pacilli 5 (31’ st Vutov sv), Caturano 5, Torromino 4.5 (31’ st Doumbia sv). A disp.: Bleve, Chironi, Cosenza, Freddi, Vinetot, Maimone, Fiordilino, Ciancio, Persano. All.: Padalino 4.5
MATERA (3-4-3): Alastra 6; Ingrosso 6.5, Mattera 6.5, De Franco 6; Di Lorenzo 6 (21’ st Meola 6), Iannini 7 (36’ st Piccinni sv), Armellino 7.5, Casoli 6.5; Carretta 7 (30’ st Louzada 6), Negro 6.5, Strambelli 7. A disp.: Bifulco, D’Egidio, Scognamillo, Infantino, Dellino, Sartore, Gigli. All.: Auteri 7.5
ARBITRO:  Zanonato di Vicenza
MARCATORI: 18’ pt Negro, 43’ pt Armellino, 13’ st Strambelli
NOTE: Spettatori: 7.731. Osservato un minuto di silenzio in onore delle vittime del disastro aereo su cui viaggiava il Chapecoense. Ammoniti: Drudi, Pacilli, Tsonev (L), Meola (M). Angoli: 4-3 per il Lecce. Recupero: 1’ pt – 3’ st

 

REGGINA-FOGGIA 1-1
REGGINA (4-3-3): Sala 7; Cane 5, Gianola 6, Kosnic 6, Possenti 5; Knudsen 6, Romanò 6 (21’ st De Francesco 6), Bangu 6.5; Tripicchio 5.5 (35’ st Mazzone sv), Coralli 5.5 (31′ st Bianchimano sv), Porcino 6. A disp.: Licastro, Carpentieri, Lo, Cucinotti, Maesano, Silenzi, Lancia, Tommasone. All.: Zeman 6
FOGGIA (4-3-3): Guarna 6; Angelo 5, Martinelli 7, Coletti 6.5, Rubin 5; Vacca 5.5, Agnelli 6.5, Sicurella 7 (32’ st Riverola); Chiricò 6 (34’ st Letizia sv), Sainz Maza 6, Sarno 5. A disp.: Sanchez, Letizia, Tucci, Dinielli, Russo, Pertosa, Quinto. All.: Stroppa 6.5
ARBITRO: Pagliardini di Arezzo
MARCATORI: 17′ pt Sicurella (F), 45’+2’ Angelo (F, aut)
NOTE: Spettatori circa 3000. Prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria della squadra brasiliana del Chapecoense. Ammoniti: Vacca (F), Cane (R). Angoli: 8-0 per il Foggia. Recupero: 1’ pt – 2’ st

 

CASERTANA-AKRAGAS 0-1
CASERTANA (4-3-2-1): Ginestra 6; Finizio 5.5, Lorenzini 5.5, Rainone 5, Pezzella 6 (21’ st Ramos 6); De Marco 6 (15’ st Carriero 5.5), Rajcic 6, Matute 6; Orlando 6.5 (32’ st Giannone), Carlini 6; Corado 5.5. A disp.: Fontanelli, Giorno, De Filippo, Carriero, Porcaro, Taurino, Ciotola. All.: Tedesco 6
AKRAGAS (3-5-2): Pane 6; Thiago 6, Marino 6, Riggio 6; Longo 6.5 (29’ st Coppola 6), Salandria 6, Palmiero 6 (45’ st Sepe sv), Zanini 6, Russo 6; Salvemini 6.5 (37’ st Cocuzza sv), Gomez 6. A disp.: Addario, Incardona, Assisi, Carillo, Rotulo, Privitera, Leveque, Garcia. All.: Di Napoli 6.5
ARBITRO: Meleleo di Casarano
MARCATORI: 35’ st Salvemini
NOTE: Spettatori circa 2000. Ammoniti Carriero, Palmiero, Rainone. Angoli: 6-2 per la Casertana. Recupero: 0’ pt – 5’ st

 

FONDI-FIDELIS ANDRIA 1-2
UNICUSANO  FONDI (4-3-3): Baiocco 7.5; Galasso 5.5, Signorini 6 (7’ st Bertolo 5.5), Fissore 6.5, Squillace 6.5; Varone 5.5, D’Angelo 5, Bombagi 6; Tiscione 6, Albadoro 5 (17’ st Guadalupi 5.5), Calderini 6 (27’ st Iadaresta 6). A disp.: Coletta, Di Sabatino, D’Agostino, Capuano, Addessi, D’Angelo, Pompei, Carcatella. All.: Pochesci 5.5
FIDELIS ANDRIA (3-5-2): Poluzzi 6; Onescu 5.5, Rada 6, Colella 6; Annoni 6, Minicucci 6.5 (38’ st Valotti 6.5), Piccinni 6, Matera 5.5 (17’ st Berardino 5.5), Curcio 5.5; Cianci 6.5 (32’ st Volpicelli 6), Cruz 6.5. A disp.: Pop, Cilli, Volpicelli, Fall, Masiero, Starita, Tito, Imbriola, Klaric. All.: Favarin 6.5
ARBITRO: Candeo di Este
MRCATORI: 3’ pt Fissore (Uf), 10’ st Cianci (A. rig.), 39’ st Valotti (A)
NOTE: Spettatori un migliaio circa. Espulso al 9’ st D’Angelo (Uf) per somma di ammonizioni. Ammoniti: Varone, D’Angelo (Uf), Matera, Annoni, Valotti, Cruz (A). Angoli: 12-4 per la Fidelis Andria. Recupero 0’ pt – 5’ st

 

JUVE STABIA-VIRTUS FRANCAVILLA 1-0
JUVE STABIA (4-3-1-2): Russo 7; Cancellotti 6.5, Atanasov 5.5, Camigliano 6 (15’ st Morero 6), Liotti 6.5; Izzillo 6.5, Capodaglio 6.5, Salvi 6 (9’ st Mastalli 7); Marotta 6, Ripa 6, Kanoute 6.5 (27’ st Sandomenico 6.5). A disp.: Bacci, Zibert, Del Sante, Esposito, Rosafio, Montalto. All.: Fontana 6.5
VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Casadei 7.5; Abruzzese 5.5, De Toma 6, Vetrugno 6; Pino 6 (38’ st Alessandro sv) Prezioso 6 Galdean 6 Albertini 6 (44’ st Abate sv) Pastore 5.5; De Angelis 6.5 Nzola 6. A disp.: Albertazzi, Costa, Gallù, Biason, Tundo, Salatino, Turi, Finazzi. All.: Calabro 5.5
ARBITRO: Schirru di Nichelino
MARCATORE: 34’ st Mastalli
NOTE: Spettatori circa 2000. Osservato un minuto di silenzio in memoria della tragedia che ha colpito la Chapecoense. Al 42′ pt Ripa (JS) fallisce un calcio di rigore. Ammoniti: Salvi, Kanoute, Russo (JS), Abruzzese, Prezioso, Pino (VF). Angoli: 10-4 per la Juve Stabia. Recupero: 0’pt – 4’st

 

MELFI-MESSINA 3-0
MELFI (4-3-1-2): Gragnaniello 6; Grea 7, Laezza 6.5, De Giosa 7, F. Bruno 6.5; Libutti 6.5, Esposito 6.5, Vicente 5 (44′ st Ferrara sv); Cittadino 6.5 (37′ st Lodesani sv); Foggia 7.5 (37′ st Mangiacasale sv), De Vena 6.5. A disp.: Viola, Nicolao, Lanzaro, Paterni, Casiello, Sciretta, Demontis. All.: Bitetto 7
MESSINA (4-3-3): Russo 5; Grifoni 5 (13’ st Palumbo 5), Bruno 6, Maccarrone 4.5, De Vito 6; Foresta 6, Mancini 5 (13’ st Saitta 5.5), Akrapovic 5.5; Milinkovic 5, Pozzebon 5, Madonia 5 (23’ st Ferri 5). A disp.: Benfatta, Lazar, Rafati, Mileto, Marseglia, Ricozzi, Bramati, Gaetano. All.: Lucarelli 5
ARBITRO: De Tullio di Bari
MARCTATORI: 21′ pt e 7’ st Foggia, 33′ st Grea
NOTE: Spettatori 1000. Espulsi al 27’ st Maccarrone (Mes) e al 44′ st Akrapovic (Mes). Ammoniti: Russo (Mes), Pozzebon (Mes), Palumbo (Mes), Foggia (Mel), Bruno (Mes), Akrapovic (Mes). Angoli: 7-3 per il Melfi. Recupero: 1’ pt – 3’ st

 

SIRACUSA-CATANZARO 1-0
SIRACUSA (4-2-3-1): Santurro 6.5; Brumat 6, Turati 7, Pirrello 6, Dentice 6; Spinelli 6, Giordano 5.5; Cassini 6 (dal 45’ st Dezai sv), Catania 6, Valente 7.5; Scardina 6 (27’ st Palermo 6). A disp.: Gagliardini, Filosa, Diakite, Di Dio, Degrassi, Baiocco, De Vita, Toscano, De Respinis, Talamo. All. Sottil 6.5
CATANZARO (4-4-2): Leone 6; Pasqualoni 5 (25’ st Basrak 5), Prestia 5, Patti 5.5, Sabato 5.5; Esposito 5, Maita 5.5, Van Ransbeeck 5 (10’ st Giovinco 5.5), Icardi 5; Tavares 5.5, Campagna 5 (27’ st Cunzi 5.5). A disp.: Grandi, De Lucia, Bensaja, Imperiale, Strumbo. All. Zavettieri 5.5.
ARBITRO Guarnieri di Empoli
MARCATORE: 35’ pt Valente
NOTE: Spettatori 2500, incasso di 20.391 euro. Espulsi Prestia (C) al 33’ st e Patti (C) al 48’ st. Ammoniti: Scardina, Van Ransbeeck, Giordano, Maita, Sabato e Catania. Angoli: 4-2 per il Catanzaro. Recupero: 2’ pt – 4’ st

 

VIBONESE-PAGANESE 0-0
VIBONESE (4-3-1-2): Russo 8; Usai 6, Manzo 6.5, Sicignano 7, Sabato 6.5; Legras 6, Giuffrida 6.5, Chiavazzo 5.5; Favasuli 6 (37’ st Di Curzio sv); Leonetti 5.5 (7’ st Yabre 6), Saraniti 6. A disp.: Cetrangolo, Paparusso, Cinquegrana, Tindo, Lettieri, Buda, Surace, Mengoni. All. Costantino 6
PAGANESE (3-5-2): Chiriac 6.5; Alcibiade 6, Camilleri 6.5, Silvestri 6.5; Picone 5.5 (23’ st Della Corte 6), Maiorano 6 (31’ st Tagliavacche 6), Pestrin 6.5, Deli 5 (14’ st Iunco 5.5), Cicerelli 6.5; Herrera 6, Reginaldo 5.5. A disp.: Marruocco, Coppola, Mansi, Zerbo, Longo, Parlati, Caruso, Mauri, Celiento. All. Grassadonia 6
ARBITRO: Pashuku di Albano Laziale
NOTE: Spettatori circa 800. incasso di 2.990 euro. Ammoniti: Camilleri, Saraniti, Usai, Silvestri e Sabato. Angoli 3-2 per la Paganese. Recupero: 1’ pt – 3’ st

 

MONOPOLI-TARANTO 1-0
MONOPOLI (4-3-3): Mirarco 5; Ricucci 5, Esposito 6, Ferrara 5.5, Pinto 6.5; Sounas 6, Nicolini 6, Balestrero 5 (40’ st Mercadante sv); Genchi 5 (18’ st Gatto 6), Mavretic 5.5 (25’ st Forbes sv), Montini 7. A disp.: Pellegrino, Cassano, L. Viola, D’Auria, Bei, Franco, De Vito, Mouzakitis, Padalino. All. Zanin 6.5
TARANTO (4-2-3-1): Maurantonio 6.5; De Giorgi 5, Altobello 5, Stendardo 5.5, Pambianchi 5.5; Sampietro 6, Nigro 6.5; Bollino 5 (16’ st Garcia 5), Paolucci 5 (25’ st Lo Sicco sv), Potenza 6 (39’ st A. Viola sv); Magnaghi 5.5. A disp.: Pizzaleo, De Salve, Boccadamo, Cardea, Russo, Balzano, Giunta, Bobb, Pirrone. All. Prosperi 5.5
ARBITRO Piscopo di Imperia
MARCATORE: 42’ st Montini
NOTE:
Spettatori 1600. Espulso Ricucci (M) al 33’ st. Ammoniti: Nigro e Esposito. Angoli: 5-1 per il Taranto. Recupero: 1’ pt – 4’ st

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina